Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

L'Acquedotto, pari e rammarico con lo Statte

Nell'andata dei quarti di finale per lo scudetto la formazione ospite segna a 2 secondi dalla fine il definitivo 2-2. Domenica prossima è tutto aperto per il passaggio in semifinale.



QUARTI DI FINALE, GARA DI ANDATA -  L'ACQUEDOTTO-REAL STATTE 2-2 

MARCATRICI 1'45'' pt Azevedo (R), 9'31'' st Pomposelli (A), 12'19'' Rebe (A), 19'58'' Nicoletti (R)

L'ACQUEDOTTO Vecchione, Rebe, Pomposelli, Maria Pérez, Benvenuto, Cariani, Agnello, Amici, Lulli, Mogavero, D'Angelo, Moroni ALLENATORE Pezzuco 

REAL STATTE Margarito, Dalla Villa, Nicoletti, Sanchez, Azevedo, Russo, Dipierro, D'Ippolito, Pedace, Bianco, Marangione, Gallo ALLENATORE Marzella 

ARBITRI Perona di Biella e Roscini di Foligno CRONO Papotto di Roma 1


Una fase del match (foto Divisione calcio a 5/Casella)Lo Statte si presenta a Roma forte di un cammino incredibile, fatto di soli successi. L'Acquedotto, però, gioca una partita strepitosa e costringe le tarantine ad esultare per il primo pareggio della stagione. Eppure, dopo soli due minuti di gioco, è proprio la squadra di Marzella a passare in vantaggio con Azevedo con una ripartenza di raro cinismo. Passano i minuti e il pallino del gioco resta in mano a Benvenuto e compagne, con il Real che attende sornione l'occasione buona. È Dalla Villa ad avere una buona chance, ma il recupero in ripiegamento di Rebe è provvidenziale. Proprio la spagnola serve a Moroni un gran pallone, ma Margarito è attenta in chiusura. Ci prova anche Bianco con una sassata da lontano col pallone che sfila a lato. Poi è solo L'Acquedotto: nel finale di primo tempo prima Benvenuto, poi Agnello e successivamente Amici, vanno vicine al gol del pareggio. Nella ripresa è ancora L'Acquedotto. Rebe calcia a lato, Maria Pérez viene chiusa da un grande intervento di Margarito che si supera due volte anche su Pomposelli. Il gol è nell'aria e lo realizza sempre Pomposelli che, a porta sguarnita, servita al bacio da Moroni, spinge in rete il pareggio al decimo. Le padrone di casa prendono fiducia e con Amici e Rebe vanno ad un passo dal vantaggio. A spezzare l'equilibrio è la stessa iberica che, servita da Moroni, buca Margarito con un preciso e potente diagonale. Sotto 2-1 la reazione delle ospiti è rabbiosa: Sanchez, Azevedo e Dalla Villa trovano per tre volte una grandissima Vecchione sulla loro strada. Poi un botta e risposta fra Pomposelli e Sanchez si chiude con un nulla di fatto, con i rispettivi portieri avversari autori di due miracoli. A due secondi dalla fine, quando tutto sembra finito, classico schema che ha fatto la storia dello Statte: lancio di Margarito, spizzata di testa di Nicoletti e palla che beffarda si insacca in rete. Domenica si va a Statte, con il sogno semifinale ancora in piedi e con la convinzione che, per quanto visto in campo, sì, si può fare.