Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

L'Acquedotto: porta blindata con Angela Vecchione

Continuano i rinnovi per la società in vista della prossima stagione. Il numero 1 è ancora ben saldo sulle spalle della giocatrice, che commenta"Giusto proseguire il rapporto"



L'Acquedotto Calcio a 5 ha messo a punto l'ennesimo rinnovo stagionale, confermando fra i pali Angela Vecchione. L'estremo difensore, che ha partecipato anche ad uno stage della neonata nazionale femminile, nella stagione messa  da poco alle spalle, è diventato un cardine del roster biancoceleste. La società è infatti convinta di aver operato nella giusta direzione, confermando fra i pali uno dei migliori portieri d'Italia.  


Angela VecchioneAngela Vecchione “Era giusto continuare con questa società e con questo bellissimo gruppo – racconta la diretta interessata -. Con la società ho trascorso due anni importanti ed è sempre andato tutto molto bene. Non c'era motivo di guardarsi intorno e andare via”. Sin dalla scorsa preparazione estiva si era capita una cosa, cioè che Angela Vecchione sarebbe diventata un fattore decisivo per questa squadra. Cresciuta in maniera esponenziale a livello tecnico e mentale, il numero uno di casa L'Acquedotto è un punto fermo da cui ripartire. “Mi sento importante per questa squadra: in questi due anni sono migliorata tantissimo, mai mi sarei aspettata di arrivare a questo punto. Il merito è anche di chi ha lavorato con me in questo lasso di tempo. Credo di essere diventata un portiere a tutti gli effetti, ho acquisito tanta sicurezza. Non so se sono un punto di forza per la squadra, diciamo che ci diamo una mano a vicenda: io cerco di parare, loro di segnare”. Vecchione si troverà a lavorare con Walter Carletti. “Me ne hanno parlato tutti benissimo, sia sul piano umano che professionale.  Ho parlato con la società e detto loro che era fondamentale avere un preparatore dei portieri di livello: sono stata accontentata”. Chiusura sugli obiettivi stagionali: “Vogliamo disputare un campionato di livello, raggiungendo quanti più obiettivi possibili”.