Notizie
Categorie: C/5 Femminile

L'Acquedotto: via ai playoff in Sardegna

Le alessandrine vanno in Sardegna per l'andata degli ottavi di finali con il rientro in gruppo del capitano Serena Benvenuto



Serena BenvenutoL'Acquedotto torna in Sardegna, in un PalaGiotto che desta piacevolissimi ricordi. L'ultima – e prima volta – che le alessandrine hanno giocato lì, si sono prese la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia. Stavolta si giocherà per l'andata degli ottavi di finale scudetto. La nota più positiva è il ritorno in gruppo del capitano Serena Benvenuto. Proprio la giocatrice con l'otto sulle spalle racconta le ore di avvicinamento a questa sfida. “Fortunatamente sto meglio. Ho ripreso ad allenarmi, anche se da poco e solo facendo lavoro differenziato; l'obiettivo del recupero era quello di rientrare già a Sinnai e in un modo o nell'altro, sarà così. Certo avrei voluto arrivarci meglio per dare un contributo importante alla squadra, ma per il momento va bene cosi: cercherò di fare e dare il massimo già dalla gara di andata, semmai dovesse servire”. L'Acquedotto viene dalla buona prova in amichevole con la Ternana: “Anche stavolta, come prima delle Final Eight, veniamo da un momento non proprio semplicissimo; nonostante questo, tutta la squadra ha sempre lavorato e continua a lavorare tanto, con impegno e sacrificio, cercando di superare ogni difficoltà, come sempre. Questo è un gruppo capace di compattarsi davanti a qualunque problema e di tirare fuori il meglio possibile: la vittoria con una squadra come la Ternana è la dimostrazione di quanto di buono si possa ancora fare. Mentalmente siamo cresciute tanto rispetto alla scorsa stagione e siamo pronte per centrare anche l'obiettivo quarti di finale scudetto”.  Il precedente in Coppa non deve distrarre L'Acquedotto, questo Benvenuto lo sa bene: “Per come la vedo io si parte alla pari: i preliminari di Coppa devono essere solo un bel ricordo per noi; loro oltretutto vorranno vendicare la brutta eliminazione subita, e noi sappiamo che ad aspettarci non ci sarà la stessa squadra affrontata a gennaio. Il valore medio del Sinnai credo sia indiscusso, ormai le conosciamo bene, soprattutto Gasparini... ma le stesse giocatrici c'erano anche a gennaio. Come ho detto mi aspetto tutt'altra squadra rispetto a quella dei preliminari, anche se poi sarà il campo a dimostrarlo. Per il resto preferisco guardare in casa nostra: continueremo a preparare la doppia sfida curando tutti i minimi dettagli e tutte le possibili situazioni di gioco”.La sfida di ritorno in Coppa, quella giocata al PalaGiotto, fu elettrica e scoppiettante, ma “difficilmente sarà la stessa gara, sia da parte loro che da parte nostra. Ora conosciamo meglio le misure di quel campo e sappiamo da dove possono arrivare i maggiori pericoli: rispetto alla gara di ritorno di Coppa dovremmo necessariamente concedere di meno alle avversarie e fare meno errori, soprattutto in fase difensiva. Avere il ritorno in casa ovviamente ci permette di preparare e lavorare sulla gara diversamente. Sarà importante tenere alta la concentrazione, rimanere in partita e avere sempre in mente che si gioca sugli 80 minuti” conclude Benvenuto.