Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

L'Albalonga rimonta e dilaga in casa del Fregene

Vantaggio della formazione di Caputo con il rigore di Giuffrida, ma nella seconda frazione i castellani ipotecano la semifinale con le doppiette di Panella e Scacchetti



FREGENE – ALBALONGA 1-4

MARCATORI
Giuffrida rig. 5’ pt (F), Panella 3’ st e 6’ st (A), Scacchetti 12’ st e 49’ st (A) 

FREGENE Esposto 5.5, Lucarelli 6 (5’ st Nanni 5.5), Giustini 6, Empoli 5, Cardinali 6 (19’ st Piccheri 6), Kalambay 5.5, Celi 5.5, Polito 5, Agostino 5.5, Molfesi 6, Giuffrida 6.5 (13’ st Fia 6) PANCHINA Serantoni, Fabris, Flore, Raffaelli, Paparella ALLENATORE Caputo 

ALBALONGA Leacche 6.5, Micaloni 6, Puleio 6, Amico 6, Panella 7.5 (42’ st Gamboni sv), Sandroni 6, Monteforte 5 (1’ st Scacchetti 7.5), Trinca 7, Forcina 5.5, Cannillo 5.5 (35’ pt Cameo 6), Di Ludovico 6.5 PANCHINA Borrelli, Casu, Pucci, Cannoni ALLENATORE Gagliarducci 

ARBITRO Marchioni di Rieti, 4 

ASSISTENTI Potenza e Filabozzi di Roma 1 

NOTE Espulso al 27’ st Forcina (A) per goco scorretto, al 40’ st Kalambay (F) per gioco scorretto Ammoniti Amico, Sandroni, Cardinali, Empoli Allontanato al 20’ st Caputo (F) Angoli 1-8 Rec. 2’ pt, 5' st     

Panella, autore di una doppiettaL’Albalonga rimonta nella ripresa e s’impone a Fregene per 4-1, ipotecando il passaggio in semifinale: Gagliarducci azzecca il cambio inserendo Scacchetti al posto di un’evanescente Monteforte e i castellani riescono a ribaltare il risultato grazie alle doppiette di Panella e proprio dell’attaccante ex Lariano. Il Fregene si era subito portato in vantaggio al 5’ su un rigore trasformato da Giuffrida, poi gli ospiti hanno preso in mano il gioco, sciupando due grandi chances per pareggiare. Tanti errori nei passaggi, da una parte e dall’altra, mentre nella seconda frazione, come detto, è venuta fuori la maggiore qualità della formazione di Gagliarducci. Pessima la direzione di gara del signor Marchioni di Rieti, che sbaglia tantissime decisioni, espellendo tra l’altro in maniera esagerata prima Forcina e poi Kalambay.  

Le formazioni. Nel Fregene subito titolare il neoacquisto Kalambay, piazzato al centro della difesa, solo panchina per Nanni e Piccheri. Nell’Albalonga davanti ci sono Di Ludovico, Forcina e Monteforte, out Gamboni e Scacchetti.  
Primo tempo. Dopo un paio di affondi sulla sinistra del Fregene, al 3’ si rende pericolosa l’Albalonga con Trinca che interviene su un passaggio corto di Empoli, cross per Forcina che incorna male di testa da buona posizione. Due minuti dopo viene concesso un calcio di rigore al Fregene per un intervento in area di Amico (che viene ammonito), che aggancia Molfesi: dal dischetto va Giuffrida che mette dentro, con Leacche che intuisce ma non riesce a toccare. All’8’ ospiti vicini al pareggio con uno splendido passaggio Di Di Ludovico che libera Forcina sulla sinistra, il numero nove entra in area e cerca Monteforte sul secondo palo, anticipato provvidenzialmente da Giustini. Proteste ospiti al 16’ quando, su un retropassaggio di Empoli, Cardinali tocca probabilmente il pallone con il braccio al limite dell’area, ma il direttore di gara lascia correre. Castellani vicinissimi al pareggio al 22’ quando Polito sbaglia clamorosamente un passaggio regalando palla a Di Ludovico, che entra in area solo, ma solo davanti ad Esposto manda di un soffio a lato sciupando una grandissima chance. Si rivede il Fregene al 31’ quando Giuffrida di testa allunga per Molfesi che sulla destra da fuori area di prima intenzione fa partire un gran tiro che di poco non trova lo specchio. Quattro minuti dopo Gagliarducci deve effettuare il primo cambio forzato, quando si fa male Cannillo e subentra Cameo. Altra situazione da moviola al 43’, quando Kalambay e Forcina vengono a contatto, il signor Marchioni lascia correre, ma a nostro giudizio il fallo sull’attaccante sembrava netto.  

Secondo tempo. Nella ripresa Gagliarducci inserisce Scacchetti al posto di un evanescente Monteforte e la musica cambia. Già al 3’ arriva il meritato pareggio dell’Albalonga: passaggio filtrante di Scacchetti, Forcina fa il velo per Panella, che elude il diretto marcatore e batte Esposto. Il gol è una doccia gelata per il Fregene, che va sotto al 6’. Calcio d’angolo di Trinca, ancora Panella di testa sul primo palo sigla la sua doppietta e porta in vantaggio gli ospiti. L’Albalonga continua a spingere e al 12’ ottiene una punizione per un fallo su Scacchetti: si incarica della battuta proprio l’attaccante che mette dentro con una conclusione sul primo palo, con Esposto mal piazzato. Gli ospiti vanno vicini al poker al 18’ quando Di Ludovico viene servito sulla corsa, ma non trova la porta. Si rivede il Fregene al 23’ quando Scacchetti perde palla, Molfesi si invola verso l’area e dal limite conclude, con Leacche bravissimo a toccare, poi il portiere castellano si ripete su Celi. Al 27’ la formazione di Gagliarducci resta in dieci per un intervento di Forcina su Kalambay, per l’arbitro è rosso diretto con l’attaccante che si infuria sostenendo di non aver toccato l’ex Palestrina. Effettivamente il provvedimento del direttore di gara è sembrato esagerato. In superiorità numerica il Fregene prova ad accorciare, ma senza rendersi particolarmente pericoloso. Al 40’ viene ristabilita la parità numerica per il rosso diretto sventolato a Kalambay, ma anche in questo caso la decisione è esagerata: l’intervento dell’ex Palestrina era da giallo, ma probabilmente il direttore di gara ha voluto compensare dopo l’espulsione di Forcina. Al 46’ è bravo Molfesi sulla destra ad eludere un avversario, poi prova il tiro che attraversa tutto lo specchio e si spegne sul fondo. Tre minuti dopo il definitivo poker dell’Albalonga: fallo di mano di Empoli e punizione per i castellani, batte ancora Scacchetti che fa partire un tiro splendido che fulmina Esposto.