Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

L'analisi della ventitreesima giornata: Itri nuova regina

Tornano a sorridere Fonte Nuova, Ladispoli e Città di Fiumicino. Nel girone B cambio in vetta, con i pontini che scavalcano il Colleferro



Mirko Mancini, difensore del Ladispoli foto ladispolicalcio.itUna domenica di campionato che ci ha regalato qualche sorpresa e diverse conferme nei due gironi di Eccellenza. Andiamo ad analizzarla nel dettaglio.

Girone A. Un raggruppamento che continua a contraddistinguersi per il grande equilibrio e un livellamento (verso il basso, ndr) difficile da rintracciare nelle scorse stagioni. L’ultima giornata ha visto tornare alla vittoria la capolista Fonte Nuova, il Ladispoli e lo Sporting Città di Fiumicino, dopo i clamorosi scivoloni della settimana precedente. La formazione di Oddi ha dimostrato carattere riuscendo a ottenere i tre punti, pur faticando, contro il Real Monterosi di Scarfini, che sta cercando in tutti i modi di risollevare una stagione disgraziata. Grazie alla rete di Bertino e alla doppietta del solito Mereu, giocatore di classe superiore, la capolista ha rialzato la testa contro un avversario che non ha mollato neanche quando si è ritrovato in dieci per il cartellino rosso a Pucci. Prestazione convincente anche quella del Ladispoli di Solimina, che ritrova una vittoria che mancava addirittura dal 18 Gennaio (anche se due settimane fa avrebbe meritato di fare bottino pieno nel big match contro la capolista). Dopo il clamoroso tonfo con il Montefiascone, contro il Montecelio c’è stata la reazione che si aspettavano tecnico e club, che ha regalato la seconda posizione solitaria. Infine il successo in extremis dello Sporting Città di Fiumicino nell’altro big match con il Villanova, grazie alla rete nel recupero di Marzi, valsa la terza posizione e il sorpasso sui tiburtini di Di Loreto (un punto nelle ultime quattro gare, ma una stagione che resta certamente più che positiva). Un raggruppamento che continua a vedere in corsa per la vetta dal Fregene in su, anche se a nostro giudizio, e senza nulla togliere a tutte le altre, dovrebbero essere proprio Fonte Nuova, Ladispoli e Sporting Città di Fiumicino Stefano Sgherri, tecnico del Grifone Monteverdele maggiori accreditate alla vittoria finale. In zona salvezza, importantissimi successi di Grifone Monteverde e CreCas Città di Palombara. Sta funzionando alla grande per i romani la cura Sgherri (terza vittoria di fila e squadra che non perde dal 4 Gennaio), mentre la formazione di Fazzini è riuscita ad imporsi sul Trastevere al ritorno all’Università Agraria di Castelchiodato. Una rosa del genere non dovrebbe avere difficoltà a salvarsi, ma è anche vero che i continui problemi per il campo stanno creando diversi ostacoli al club, anche per gli allenamenti settimanali. 

Girone B. La Nuova Itri, una delle belle realtà di questa stagione, si è presa la vetta del raggruppamento, battendo nel big match il Serpentara. Quinta vittoria di fila per la formazione di Parisella, secondo migliore attacco del girone, anche se la formazione di Lucidi recrimina per un calcio di rigore non concesso per un fallo di Coppolella su Rocchi che era apparso netto. Parisella, allenatore della Nuova Itri capolistaDomenica prossima per i pontini arriva un’altra prova importante, in casa del Cassino, per confermare quanto di buono fatto nelle ultime settimane. Un ko, invece, che non deve cancellare assolutamente la brillante corsa di Petrangeli e compagni, che restano in piena lotta per il vertice. Apriamo poi il capitolo che riguarda il Colleferro riportando le parole di capitan Morelli, raccolte al termine del derby pareggiato per 0-0 con la Vis Artena: “La prestazione è stata opaca, inutile nasconderci. Quando una squadra come la nostra non tira in porta significa che qualcosa non ha funzionato. Con un’altra mentalità, probabilmente, avremmo perso, invece è arrivato un punto che ci teniamo comunque stretti, anche considerando che  abbiamo giocato per mezz’ora in inferiorità numerica”. Al di là della prestazione negativa dei rossoneri, è importante che società e tifosi analizzino il momento con il giusto equilibrio: Paris ha appena iniziato il suo lavoro e ha ottenuto quattro punti in due gare (non va dimenticata la splendida prova offerta solo sette giorni prima contro l’Albalonga). Il fatto di essere subentrato a Fraioli con la squadra al primo posto rappresenterà una difficoltà in più per l’ex tecnico di Rieti e Monterotondo Lupa: sarà quindi fondamentale che il club tuteli l’allenatore e conceda il giusto tempo per lavorare con la giusta serenità. Se il Colleferro non si farà del male da solo, centrerà l’obiettivo stagionale. Chiudiamo con l’Albalonga, che ha sfoderato una prova non eccezionale, ma di certo più che positiva con il Gaeta. Mercoledì c’è la fondamentale trasferta sul campo del Lanusei, dove dovrà far fruttare il successo di misura dell’andata (risultato che sta assolutamente stretto ai castellani per quanto fatto vedere in campo). I segnali sono incoraggianti. Anche la nuova posizione di Gamboni a centrocampo data da Gagliarducci, in un momento in cui Trinca è sottotono e non al meglio della posizione, sta dando i suoi frutti. L'abbraccio dei giocatori dell'Audace Sanvito EmpolitanaPer quanto riguarda la lotta per la salvezza, infine, da registrare il terzo successo consecutivo dell’Audace Sanvito Empolitana: la formazione di Stefano Ferretti ha ingranato la marcia giusta e, con una rosa giovane ma interessante, sta dimostrando di meritare la salvezza diretta. Torna a sorridere la Semprevisa di Marco Scorsini, che ritrova una vittoria (un poker nello scontro diretto con il Borgo Podgora) che mancava da quasi quattro mesi. Ossigeno puro in una crisi che sembrava irreversibile.