Notizie

L'Anziolavinio prova a scappare, ma il Ladispoli vince in rimonta

Due volte avanti gli ospiti si sono fatti recuperare da Proietti prima e Garbati poi. Negli ultimi minuti Zucchi regala la vittoria ai rossoblù



7a Giornata
3 - 2

MARCATORI Gallace 1'pt (A), Proietti 15'pt (L), 1'st Florio (A), Garbati 30'st (L), 38'st Zucchi (L)

LADISPOLI Caputo 6, Giannattasio 6, Mastrodonato 6, Pellicanò 6, Di Russo 6, D'Ottavi 6, Foresi 6 (10'st Garbati 7.5), Casoli 6.5 (5'st Mei 6), Proietti 7.5, Calabresi 6 (2'st Savarino 6), Zucchi 7 (40'st Lionetti sv) PANCHINA Romano, Bianchi, Civero ALLENATORE Bosco

ANZIOLAVINIO Catania 6.5, Nunnari 6 (7'st Salustri 6), Tacconi 6, Tartaglia 6, Ranucci 6.5, Figuciello 6, Petrocelli 6 (10'st Buzzi 6), Valerio 6.5, Gallace 6 (1'st M. Di Magno 6), F. Di Magno 7.5, Florio 7 (10'st Colucci 6) PANCHINA Frasca, Doia ALLENATORE Grimaldi

ARBITRO De Luca di Civitavecchia, 5.5

NOTE Ammoniti Giannattasio, Colucci, Tacconi. Angoli 1-1. Rec. 1'pt - 5'st.


Un'immagine della gara foto@GazzettaRegionale.itProva notevole dei ragazzi di Bosco, che finiscono sotto in apertura di entrambe le frazioni per poi rimontare fino al gol di Zucchi, nella ripresa, che fa bottino pieno. Bene l'Anziolavinio, squadra con atteggiamento e doti giuste per esprimere qualcosa in più in questo campionato, ma al cospetto, quest'oggi, di un avversario davvero irresistibile.


Primo tempo.  Partenza sprint dell'Anziolavinio. In appena un minuto i ragazzi di Grimaldi si presentano sulla trequarti con una punizione defilata che Gallace scodella direttamente nella rete dello 0-1. Un'ottima partenza ma la squadra ospite sa bene che è troppo presto per cantar vittoria con questo Ladispoli. Polemiche all'8': l'arbitro non convalida a Proietti la rete del pareggio, ben eseguita in cotropiede bruciando l'ultimo difensore ospite, per uno scontro tra il portiere e un compagno giudicato come fallo commesso dallo stesso Proietti nello scatto. Il Ladispoli però è in partita e il risultato è tutt'altro che acquisito. Grande intervento di Ranucci al 5' che salva il risultato sulla linea di porta dal velenoso diagonale di Casoli da sinistra. Vantaggio sempre più in bilico per gli ospiti, che tuttavia giocano protesi in avanti, nel tentativo di ottenere un margine più sicuro. Al 15' però il Ladispoli passa. Proietti riceve sulla trequarti centrale, non supera le linee difensive ma, fra due, inventa uno splendido pallonetto che si infila sotto la traversa e fissa l'1-1. Ancora Proietti, due minuti dopo, sfiora il raddoppio a pochi passi dallo specchio: l'attaccante prova in scivolata ma la sfera esce di un soffio. Da segnalare la buona prova offerta da Ranucci, che dalla sua posizione, centrale in difesa, fa gli straordinari per respingere i palloni roventi messi in mezzo dagli esterni rossoblu. Ora il Ladispoli ha in mano il gioco. Al 34' Proietti sciupa da buona posizione il colpo del 2-1, sprecando anche l'ottimo suggerimento di Foresi dalla destra. Un minuto dopo il suo omologo, Gallace, fa altrettanto dal limite tirando uno straccio bagnato in direzione di Caputo, abbondantemente fuori dai pali. Al 38' Casoli si impegna in un grandissimo tentativo dai venticinque metri che accarezza il palo più lungo prima di terminare sul fondo. Allo scadere, verticalizzazione di Casoli per Zucchi che si libera e tira, ma su Catania che respinge coi pugni un secondo prima del duplice fischio.


Secondo tempo.  L'inizio della ripresa è una replica di quello del primo tempo. Al 1' Francesco Di Magno mette in mezzo dalla destra, c'è Florio a ricevere il quale, con una rapida girata, mette in rete il gol del raddoppio ospite. Uno choc per la squadra di casa, ora chiamata a replicare la prestazione del primo tempo. L'agonismo in campo è fortissimo. Saltano tutti gli schemi. Al 20' Zucchi si mangia una rete fatta davanti allo specchio. Sono davvero tante le occasioni gettate al vento dalla squadra di casa, davvero abile però nel costruire, ma poco concentrata sottoporta, anche a causa di una difesa ospite quasi sempre attenta. Gli ultimi quindici minuti di gioco vedono il costante assedio del Ladispoli. Al 30' Tartaglia interviene su Garbati in area: rigore. Lo stesso attaccante si presenta sul dischetto e trasforma. Era inevitabile un simile esito in seguito alla grande pressione concentrata negli ultimi sedici metri dai ragazzi di Bosco. Il Ladispoli ormai è lanciato e il pressing prosegue. L'Anziolavinio è chiamato ora a contenere. Splendida al 35' la fucilata dall'out basso: Catania è decisamente all'altezza respingendo benissimo coi pugni. Il gol è nell'aria. A realizzarlo è Zucchi, che riscatta così l'occasione sciupata in precedenza e fissa una rete pesantissima, che vale davvero il 3-2 e i tre punti.