Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

L'Aprilia non vuole più fermarsi! Al Nespoli le rondinelle stendono l'Olbia

I ragazzi di Fattori portano a casa la vittoria con i sigilli di Roversi e Pagliaroli



9a Giornata - 02 nov 2014
0 - 2

MARCATORI Roversi 9’pt, Pagliaroli 25’st
OLBIA Sannino, Ravot, De Cicco, Steri, Peana, Pinna, Capuano, Masia, La Cava, Mastinu, Oggiano PANCHINA Saraò, Varrecelu, I. Del Rio, Budroni, Murgia, A. Delrio, Mbaye, Barone, Taras ALLENATORE Biagioni
APRILIA Caruso, Montella, Esposito, Cannariato, Crepaldi, Chiarucci, Maola, Fabiani, Roversi, Pagliaroli, Toto PANCHINA Casciotti, Giangrande, Cioè, Schiumarini, Trincia, Molinari, Mele ALLENATORE Fattori
ARBITRO Colinucci di Cesena
ASSISTENTI Pazzona di Cagliari, D’Elia di Ozieri  

Il tecnico dell'Aprilia, Mauro FattoriUna grande, grandissima vittoria quella che l’Aprilia strappa all’Olbia in terra sarda. Al Nespoli i ragazzi di Fattori sorprendono l’undici di Biagioni e avanzano a quota 18 in campionato, addirittura in terza posizione. Non c’è che dire, mister Mauro Fattori sta svolgendo davvero un bel lavoro. Dopo l’ok dell’arbitro comincia la gara e sono i padroni di casa a collezionare la prima occasione da gol con un bel tiro al 2’ di Ravot, ben respinto da Caruso in calcio d’angolo. Passata la paura le rondinelle reagiscono e si portano in vantaggio al 9’ grazie al solito Roversi che costringe Sannino a raccogliere il pallone infondo al sacco per lo 0-1. Passano cinque minuti e arriva l’episodio chiave del match: Pagliaroli approfitta di un bruttissimo retropassaggio di un difensore di casa, s’invola a tu per tu e viene steso clamorosamente da Sannino in area. L’arbitro non ha dubbi: calcio di rigore e cartellino rosso per il portiere sardo. Mister Biagioni, costretto subito ad effettuare il primo cambio, manda in porta Saraò che para clamorosamente il rigore di Esposito. Galvanizzati, i padroni di casa rischiano di pareggiare al 22’ prima con Oggiano e subito dopo con Masia ma è sempre la stessa storia. Caruso c’è e non si passa. Parate fondamentali del numero 1 ospite: al 25’ infatti Pagliaroli trova il gol del raddoppio che manda al settimo cielo la panchina dell’Aprilia e 0-2. Adesso l’Olbia prova a metterci il cuore, ma non è la giornata giusta: alla mezzora Mastinu sfoggia un gran tiro, ma la sfera colpisce in pieno il palo. Nella seconda frazione l’Aprilia comincia a prende in mano la partita, controllando la gara e sfiorando al 32’ il tris con una grande conclusione di Roversi terminata di pochissimo alta sopra la traversa: poco male, dopo il consueto recupero l’arbitro decreta la fine delle ostilità e l’Aprilia può iniziare i festeggiamenti.