Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

L'Atletico 2000 di Boncori ringrazia Cuna: cade un ottimo Certosa

Gli ospiti sono stati bravi a massimizzare le occasioni create e a fare bottino pieno



Uno scatto prima dell'inizio del matchCERTOSA – ATLETICO 2000 0-1

MARCATORE Cuna 8’st (A) 

CERTOSA Gregnanin 6, Castaldi 6, Conti 6,5, Cornacchia 6 (41’st Todino sv), Tersi 6, Laurenti 6,5 (11’st Guidi 6,5), Mugavero 6,5 (28’st Guglielmo 6), De Luca 6, Demofonti 7, Proia 6,5 (20’st Costantino 6) PANCHINA Lucci, Brancati, Colco ALLENATORE Cristian Ranalli 

ATLETICO 2000 Scevola 7, Apolloni 6,5, Lippi 6, De Leo 6, Giacomozzi 6, Benvenga 6, Gavarro 6,5 (16’st Angelillo 6,5), Palombo 6 (30’st Quercia), Di Luozzo 6 (41’st Corsi sv), Pimpinelli 6 (23’st Troya 6,5), Cuna 6,5 (34’st Porcaro 6) PANCHINA Ceccherini, De Mei ALLENATORE Boncori 

ARBITRO Michelangelo Potenza di Roma 2, voto 6 

NOTE Ammoniti Scevola, Apolloni, De Leo, Benvenga, Pimpinelli (A), Laurenti, De Luca (C) Recupero 1’pt, 5’st 

Vicini di casa. Certosa e Atletico 2000 si allenano fianco a fianco nei due centri sportivi attaccati su via di Centocelle, per uno dei derby più “ristretti” d’Italia. Stavolta la spunta il team di Boncori, che in campo butta sangue sulle costanti incursioni dei padroni di casa, cercando di massimizzare le poche occasioni ritagliate. La coppia d’attacco del Certosa s’intende alla perfezione, ampiamente supportata dalle fasce, e i rossi ne fanno le spese, costretti a rientrare continuamente. La prima vera occasione è al 11’: Castaldi su punizione lancia Demofonti, che in spaccata colpisce il secondo palo. La gara è sostanzialmente composta di lanci, fraseggi e innumerevoli contrasti (quasi sempre a favore dei viola di mister Ranalli), ma poco altro accade nel primo parziale. I comparti dell’Atletico sono slegati, e al 43’ ne approfitta Cornacchia che su corner devia leggermente da distanza ravvicinata, ma Scevola planando sventa l’occasione casalinga. 

Nella ripresa i primi minuti rappresentano il pieno riscatto dei red: al 5’ Di Luozzo si avventa di testa su un lancio dalle retrovie, ma il palo si frappone fra lui e la rete. All'8’ poi il gol decisivo: su punizione laterale dalla trequarti Cuna in area salta e, in puro stile Ibrahimovic, beffa Gregnanin sul secondo palo con un colpo di tacco straordinario, 0 a 1 e strada in salita per i locali. Al 12’ Guidi appena entrato si rivela subito utile, ruba palla e crossa da altezza bandierina per Demofonti, lo scarico su De Luca al centro è buono ma il rasoterra si blocca fra le mani di Scevola. Al 16’ sempre Guidi da calcio piazzato, grande tiro teso e a giro che scavalca la barriera, ma il numero 1 ospite è vigile e devia sulla traversa. Al 29’ Troya, appena entrato, batte una punizione siderale dai 25 metri, un bolide potentissimo che solo la traversa riesce a frenare. Al 36’ occasionissima per il raddoppio: Angelillo s’inventa un doppio dribbling, scarica al centro per Di Luozzo ma il 9 ospite da due passi sbaglia clamorosamente l’appoggio in rete in completa solitudine. Ormai è assalto costante del Certosa, che ci riprova con Guidi al 39’, ma Scevola si stende e neutralizza il rasoterra poderoso. Non basta l’ampio recupero designato, al triplice fischio l’Atletico 2000 tira un sospiro di sollievo e festeggia tre punti d’oro, in discussione fino all’ultimo secondo.