Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

L'Elite che verrà: Atletico Acilia, manca davvero poco per il grande salto

La formazione biancorossa è l'unica vicinissima al salto di categoria, che potrebbe arrivare addirittura sabato nello scontro diretto contro il Città di Fiumicino



Rimangono sette giornate al termine del campionato, e fatta eccezione per il girone A, la lotta per conoscere le future protagoniste che calcheranno i campi del massimo campionato Juniores è ancora molto accesa. Caratteristica che deve far pensare è che tre società su quattro che al momento si trovano al comando dei raggruppamenti sono di Roma o nei pressi della Città Eterna, con l'unica eccezione rappresentata dal D, in cui è in testa il Cassino e non ci sono formazioni della provincia capitolina.


Atletico Acilia (foto fiumicinocalcio.it)Manca davvero poco Dopo un campionato tiratissimo nella passata stagione l'Atletico Acilia si è dovuto accontentare del terzo posto, finendo alle spalle di Grifone Monteverde (che adesso sta figurando ottimamente in Elite) e Fortitudo Roma, promossa come seconda ed ora impelagata nella lotta per non retrocedere. In casa biancorossa l'Elite è già visibile, dato che il vantaggio sulle inseguitrici, un terzetto composto da Città di Fiumicino, Montefiascone e Vis Aurelia, è di ben 17 punti (61-44). Sabato prossimo potrebbe essere il momento dell'apoteosi per i ragazzi di Acilia, visto che al Cetorelli ci sarà proprio lo scontro diretto con gli aeroportuali che sancirebbe il salto di categoria in maniera matematica, con sei turni di anticipo. Se non è un record, poco ci manca. Da questa sfida potrebbero trarne vantaggio, in caso di successo ospite, le altre due contendenti, opposte nel derby viterbese con la Sorianese, i gialloverdi, e nella trasferta di Monterosi, i biancazzurri del Ceccacci. 


Duello ad est Nel girone B si sono staccate dalle altre contendenti due formazioni: il Villalba ed il La Rustica. Bella Villalba (photosportoma.it)storia di calcio quella delle formazioni tiburtina e biancorossa. Per quanto riguarda la capolista (a quota 54) si tratta di una formazione neopromossa nel campionato regionale, mentre la sua prima inseguitrice (50) nella passata edizione si era piazzata in zona retrocessione. Segnale questo di crescita nei gruppi di età inferiore e quindi di un buon lavoro. Nel prossimo turno il Villalba avrà un turno un po' scomodo, in casa del La Sabina impegnato per non retrocedere, mentre la seconda in classifica ospiterà in casa il Guidonia, che rispetto ai reatini ha 4 punti in più, ma non naviga in acque tranquille. Il marchio di queste due squadre sul girone diventa sempre più forte se si analizzano alcuni dati: il Villalba ed il La Rustica hanno la frequenza più alta in zona gol, quasi tre reti a partita, ed i tiburtini riescono anche a subirne pochi; nei 25 stagionali incassati la media è poco più alta di uno a partita. La migliore difesa, invece, del campionato è quella del Settebagni (21) che insegue le due fuggitive a quota 46, con Monterotondo e Cre.Cas a 42 che proveranno fino alla fine ad inserirsi almeno nella lotta per il secondo posto. 


Vigili Urbani (photosportoma.it)"Stranieri" nel girone C Dopo una stagione combattuta nel gruppo A della passata stagione, il Vigili Urbani sta cercando di raggiungere l'Elite dopo la migrazione nel raggruppamento "castellano-pontino". I giallorossi sono, insieme a Romulea e Libertas Centocelle, gli unici romani in un gruppo estremamente variegato. Al momento il club di Lungotevere Dante è primo con 51 punti conquistati, e reduce dalla goleada in casa rifilata al Valmontone (12-0). Alle sue spalle la lotta è davvero accesissima. Pro Cisterna ed Unipomezia inseguono a 47, con Frascati e Vjs Velletri a quota 40 che possono ancora provare ad infilarsi nella mischia. In questo senso potrebbe essere una giornata molto importante la prossima, con lo scontro diretto a Cisterna tra i pontini ed il Vigili, mentre l'Unipomezia giocherà in trasferta a Lariano (12esima a quota 27). Frascati (in casa con la Libertas Centocelle) e Vjs Velletri, a Bellegra, restano vigili. 


Senza romane Il girone D è l'unico gruppo dove non sono presenti né formazioni di Roma, né della provincia capitolina. A comandarlo al momento è il Cassino, in testa con 51 punti, con un vantaggio di 5 lunghezze su Agora e Roccasecca. La presenza in testa della squadra ciociara è testimoniata anche dal buon rendimento della prima squadra nel girone B d'Eccellenza, che apporta Under di qualità per la corsa alla D (anche se Colleferro ed Itri la stanno facendo da padrone). La capolista sarà impegnata nel delicato derby contro il Tecchiena (quinto a quota 40) da affrontare in trasferta. Agora in casa del Sezze e Roccasecca in casa del MSGC potrebbero avere vita sicuramente più facile dato che le due squadre cui andranno a far visita sono nei bassifondi della classifica.