Notizie

L'Europa spiegata ai bambini tra cultura e menù

È partito nelle scuole di Roma il progetto Viva l’Europa: un modo di far conoscere gli altri paesi attraverso incontri e cibo



Image titleFar conoscere l'Europa ai bambini delle scuole romane attraverso alcuni elementi distintivi della cultura di un popolo. Primo fra tutti il cibo, proposto nei menu europei. È questo l’obiettivo del progetto Viva l’Europa partito nelle scuole di Roma e che vede il coinvolgimento di 15 ambasciate dei Paesi europei aderenti.

Nel primo appuntamento, martedì 31 marzo, si è parlato della Germania presso l'istituto comprensivo Soglian di via Cassia a Roma. Cinque classi, 110 bambini delle IV e V elementari, hanno partecipato attivamente all’incontro presentando filastrocche sull'Europa e realizzando una scultura a forma di aeroplano con una serie di piatti, decorati con menu tipici dei paesi aderenti. Insieme ai bambini erano presenti l'assessore capitolino alla Scuola, Paolo Masini, Gerdis Thiede del Goethe institut, Giuseppina Massimo dell'ufficio per gli scambi giovanili italo-tedeschi, 'Ciao-tschau', Alessandro Cozza, assessore alla Scuola del Municipio XV.

Image title“Stiamo facendo un giro per le scuole – ha detto l’assessore Masini – per raccontare cultura e tradizione dei paesi europei perché pensiamo che l'Europa sia il futuro. Nel primo appuntamento abbiamo raccontato cos’è la Germania, non solo dal punto di vista culinario ma anche da quello culturale. Come amo ripetere - ha aggiunto - cibo, musica e sport sono gli strumenti che superano le barriere”.

Dopo il primo appuntamento, realizzato in collaborazione con l'ambasciata della Repubblica Federale di Germania, per i primi di maggio gli studenti di alcune scuole romane potranno confrontarsi con usi e costumi di Irlanda e Portogallo.