Notizie
Categorie: Altri sport

L'Italia doma la Svizzera: ora il Giappone nei quarti

Gli Azzurri di Max Esposito superano per 6-4 i rossocrociati e si piazzano primi nel girone. Sfideranno i nipponici nel primo scontro ad eliminazione diretta



ITALIA-SVIZZERA 6-4 

MARCATORI 3’pt Zurlo (I), 4’e 10'pt Ott (S), 4’pt Gori (I), 5’pt Schirinzi (S), 3’st e 7'tt Palmacci (I), 5’st Marinai, 9’st Frainetti(I) 10’tt Stankovic (S)

ITALIA Del Mestre, Marrucci, Di Palma, Marinai, Zurlo, Corosiniti, Frainetti, Ramacciotti, Palmacci, Gori, Ortolini, Spada ALLENATORE Esposito

SVIZZERA Jaeggy V., Jaeggy M, Stankovic, Borer, Ott, Stalder, Lutz, Schirinzi, Hodel, Misev, Leu, Spaccarotella ALLENATORE Klauser


Una fase della garaDopo i successi con Costa Rica (6-1) e Oman (4-2), la Nazionale di Beach Soccer batte 6-4 la Svizzera e chiude al primo posto in classifica il Gruppo B del Campionato Mondiale. Giovedì (ore 17 locali, le 18 italiane – diretta su Eurosport) gli Azzurri affronteranno nei quarti di finale il Giappone, mentre i padroni di casa del Portogallo se la vedranno con la Svizzera. Protagonisti assoluti del match Paolo Palmacci e Noel Ott, entrambi assenti per squalifica nella semifinale dei Giochi Europei di Baku e a segno con una doppietta a testa in una bellissima sfida generazionale tra fuoriclasse del Beach Soccer. Sulla sabbia di Espinho l’avvio di partita è subito emozionante. E’ ancora una volta Emmanuele Zurlo a portare in vantaggio l’Italia al 3’ con un colpo di testa ravvicinato, ma dopo pochi secondi la Svizzera trova l’1-1 con Ott. Tra Italia e Svizzera è un botta e risposta continuo e, dopo il nuovo vantaggio firmato da Gori, al quinto centro al Mondiale, Schirinzi in rovesciata supera Del Mestre e fa 2-2.  I circa 2000 spettatori presenti sugli spalti applaudono divertiti e i tifosi svizzeri esultano al 10’, quando Noel Ott si libera dalla marcatura di Marinai e realizza il 3-2. Se Ott è uno dei talenti emergenti del beach soccer mondiale, Paolo Palmacci è una vera e propria leggenda di questo sport. E’ proprio il recordman di presenze e reti in azzurro a realizzare il 3-3 con un tocco sotto le gambe del portiere, poi Marinai con un gran tiro da fuori segna il suo secondo gol al Mondiale e riporta l’Italia avanti. Gli Azzurri giocano bene e incrementano il vantaggio con un calcio di rigore trasformato da Alessio Frainetti, la Svizzera però non si arrende e Spada riesce a deviare sulla traversa un calcio da fermo del solito Ott.  Nell’ultimo periodo la Svizzera va alla ricerca del pareggio, Del Mestre è miracoloso sulla rovesciata di Ott e a cinque minuti dalla Palmaccisirena Palmacci realizza la sua personale doppietta e fa 6-3. Come accaduto a Baku Stankovic trova il gol quando è ormai troppo tardi e così l’Italia può festeggiare il terzo successo consecutivo nel Mondiale. 


Esposito e Palmacci nel post gara  "Al di là del fatto che come ripete spesso Antonio Conte ‘vincere aiuta a vincere’ – sottolinea Massimiliano Esposito – i successi permettono di incutere un po’ timore in più agli avversari. Ci stiamo togliendo delle belle soddisfazioni e vogliamo continuare su questo trend”. Paolo Palmacci continua a battere record su record: ai sei Mondiali a cui ha preso parte ha sempre trovato la via del gol. “Anche se gioco esterno – confessa – mi sento un attaccante e segnare è sempre bello. Questa vittoria dà morale e fa aumentare la nostra autostima”.