Notizie
Categorie: Altri sport

L'Italiabeach parte subito forte: sei gol alla Costa Rica

Gli azzurri si sbarazzano della squadra di Zuniga trascinati da un super Gori. Il bomber: "La dedica è per la mia fidanzata Ilaria e per il fisioterapista Giuliano Gepponi"



ITALIA-COSTA RICA 6-1 (2-1, 4-0, 0-0)

MARCATORI 1’pt Gori, 6’pt Pacheco, 8’pt Gori, 1’st Zurlo, 4’st Gori, 7’st Villegas (aut), 7’st Zurlo

ITALIA Spada, Di Palma, Ramacciotti, Palmacci, Gori, Marrucci, Zurlo, Marinai, Frainetti, Ortolini, Del Mestre. ALLENATORE Esposito

COSTA RICA Adanis, Leon, Mendoza, Campos, Johnson, Sanchez, Villegas, Azuola, Pacheco, Jimenez, Downer, Fallas. ALLENATORE Zuniga

ARBITRI De Moraes (Bra), Dominguez (Par), Romo (Arg)


Image titleSulla spiaggia di Espinho la Nazionale di Beach Soccer travolge 6-1 la Costa Rica nella gara d’esordio del Campionato Mondiale FIFA e può festeggiare tre punti fondamentali per la classifica e per il morale. Dopo la medaglia d’argento conquistata ai Giochi Europei di Baku, la squadra di Esposito dimostra di non essere appagata e, trascinata dalle magie di Gabriele Gori, raccoglie i primi applausi del pubblico portoghese e di alcune decine di tifosi italiani presenti sugli spalti.

Il Mondiale dell’Italia inizia all’insegna dello spettacolo e con la specialità di Gabriele Gori, una rovesciata che non lascia scampo al portiere. Sono passati meno di 40 secondi e la strada sembra tutta in discesa, con gli Azzurri padroni del campo e vicini al raddoppio in altre due occasioni con Ortolini. Al 6’ però, al primo vero tiro in porta, la Costa Rica trova il pareggio con una mezza girata volante di Pacheco che, con la complicità di un rimbalzo maligno, sorprende Spada. E’ un’altra splendida rovesciata di Gori a riportare avanti la nostra Nazionale, poi all’inizio del secondo periodo Zurlo segna il 3-1 su invito di Del Mestre. In campo c’è una sola squadra e, nel giro di dieci secondi, Marinai e Gori colpiscono due pali, preludio alla tripletta che Gori realizza poco dopo con un sinistro ravvicinato. Un’autorete di Villegas su conclusione di Ortolini porta l’Italia sul 5-1 e una manciata di secondi più tardi Zurlo incrementa il vantaggio con un altro gol di rapina.

E così il terzo periodo diventa una pura formalità, con gli Azzurri in pieno controllo della partita e con la testa già rivolta a sabato, quando un altro successo contro l’Oman (ore 13, le 14 italiane) permetterebbe di ipotecare il passaggio ai quarti di finale senza dover aspettare l’ultimo match del girone con la Svizzera. “Iniziare il Mondiale con una vittoria è importantissimo – dichiara il Ct Massimiliano Esposito – ma non abbiamo ancora fatto nulla e sabato ci aspetta un’altra partita molto difficile che richiede massima concentrazione e umiltà”.

“Non potevo sperare in un esordio migliore – confessa Gabriele Gori, arrivato a quota 96 reti in maglia azzurra – sono felice per i tre gol, ma soprattutto per la vittoria. La dedica è per la mia fidanzata Ilaria e per il fisioterapista Giuliano Gepponi, dopo aver segnato sono corso ad abbracciarlo perché ieri avevo un piccolo problema e mi ha rimesso in sesto”.

Anche Emmanuele Zurlo può festeggiare una doppietta al suo esordio nel Mondiale: “Ho segnato due gol di rapina, alla Pippo Inzaghi. L’importante è essere partiti bene, ma dobbiamo essere consapevoli che con l’Oman ci aspetta un’altra partita dura: è un avversario che non conosciamo e che per questo può crearci dei problemi”.