Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

L'Italpol svela l'Under 21. Gravina: "Felici della strada intrapresa"

In panchina mister Bizzarri: "Qui per fare qualcosa di serio e in stretto contatto con la prima squadra"



Da sinistra mister Giacomo Bizzarri e il presidente Giulio GravinaCon la prima squadra già al lavoro da dieci giorni, l’Italpol alza ufficilamente il velo anche sulla novità di questa stagione: l’Under 21. Continua quindi il processo di crescita della società del presidente Gravina, che punta sempre più a ritagliarsi un ruolo di spicco nel calcio a 5 regionale e nazionale.


Parola al presidente. E’ stato proprio il numero uno Giulio Gravina a dare il benvenuto alle nuove leve dell’Italpol: “Il settore giovanile deve essere il passo necessario di una società. Se si punta forte solo su una prima squadra è perché ci son dei soldi da spendere, ma sono i ragazzi a rappresentare il progetto più puro e reale di una società. E’ chiaro che il sogno di qualsiasi presidente è quello di arrivare fino ai campionati più importanti, ma se si riesce a farlo creando una struttura in grado di attrarre i giovani allora è qualcosa di ancora più bello. Siamo tutti molto contenti della strada che abbiamo intrapreso”. Uno sguardo anche al futuro: “C’è già un progetto per cercare di ampliarci anche con una Juniores, ma ci piacerebbe riuscire a creare un’unica struttura che comprenda il calcio a 5, ma anche il calcio a 11, a partire dalla scuola calcio”. Il numero uno dell’Italpol, però, non si sbilancia quando si parla di obiettivi della prima squadra: “E’ chiaro che ci piace vincere e che l’obiettivo deve essere quello, ma qualcosa in più si potrà dire solo dopo le prime 5 o 6 partite, quando avremo un quadro più chiaro del girone e delle altre avversarie”. 


Capitano e ds. Sulla stessa linea anche il capitano e vicepresidente Alex Gravina: “Rispetto a quanto detto dal presidente vorrei solo aggiungere che in poco più di un anno abbiamo creato qualcosa di importante. Siamo una società che pretende tanto dai ragazzi ma che, allo stesso tempo, dà tutto ai giocatori. Serie C2 e Under 21 rappresentano un gruppo unico e ci piacerebbe riuscire a trasferire anche ai nuovi questo senso di appartenenza alla nostra società”. Proprio sul senso di appartenenza ha spinto il direttore sportivo Fabrizio Chiauzzi: “I ragazzi devono capire ciò che rappresentano. Sulla maglia, sul cuore, indossano un logo molto importante e devono rappresentarlo sempre al meglio”.


Mister Bizzarri. A guidare l’Under 21 sarà Giacomo Bizzarri, lo scorso alla guida della prima squadra ad inizio stagione, che sarà coadiuvato dall’allenatore in seconda Cristiano Zannino e il dirigente Angelo Amato. “Una scelta che dimostra – spiega il presidente Gravina – l’importanza che diamo all’Under 21”. Quindi è stato direttamente il tecnico a tracciare il percorso da seguire in questa stagione: “Ci apprestiamo a fare qualcosa di serio ed è giusto che i ragazzi ne siano consapevoli. Il percorso che seguiremo sarà parallelo a quello della prima squadra, per cercare di dare una continuità nel lavoro assieme a mister Zannino. L’obiettivo non è propriamente quello di vincere, ma quello di creare giocatori in grado di rappresentare il futuro della nostra prima squadra”.


LA ROSA

Portieri Marzio Beltrano, Felice Cicchetti 

Giocatori di movimento Simone Bragalenti, Marco Vannuccini, Andrea rocchi, Michele Luba, Damiano Frusteri, Danilo Evangelista, Valerio Casini, Valerio Cottarelli, Manuel D’Oriano, Alessandro Bonoli, Simone Amato