Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

L'Olimpus continua a correre. Carissimo: "Dobbiamo raggiungere i play off"

Intervista al preparatore atletico dell'Under 21 nazionale della formazione di Roma nord



Antonio CarissimoE’ spesso dietro le quinte, ma il suo lavoro è fondamentale sia nel precampionato che nel suo proseguo. Antonio Carissimo, Preparatore atletico dell’Under 21 nazionale, è arrivato quest’anno all’Olimpus Olgiata 20.12, con un bagaglio di conoscenze prezioso, frutto di una lunga esperienza, tanto nella serie A di calcio che nel futsal, che sicuramente sarà decisivo per la compagine allenata da mister Canarecci.


Com’è andato il lavoro di preparazione e quali sono le aspettative della squadra?

“Sono molto soddisfatto di come i ragazzi dell’Under21 nazionale si stanno comportando. Questa estate abbiamo seguito un ottimo programma e loro hanno svolto alla perfezione tutti i compiti che gli sono stati assegnati. Anche se siamo solo all’inizio del campionato, i risultati del lavoro fatto si vedono fin d’ora. Ci troviamo alle prime posizioni. L’obiettivo della squadra è quello di arrivare ai play off. Per riuscirci, i ragazzi dovranno migliorare giorno dopo giorno”


Come preparatore, qual è il suo obiettivo per questa stagione?

“E’ quello di andare avanti, raggiungendo il massimo degli obiettivi. Abbiamo nel girone delle grosse squadre come Carlisport Cogianco, Capitolina e Lazio. Compagini tutte molto preparate per vincere il titolo”


Atleticamente, quali sono i competitor di questa Olimpus?

“Le squadre che ho menzionato pocanzi hanno atleti importanti; i nostri ragazzi devono stare attaccati a questi giocatori, cercando di farli giocare il meno possibile”


Alcuni dei giocatori che allena sono aggregati alla serie B di Ranieri. Quale apporto possono dare all’Under 21 nazionale?

“Cutrupi e Di Eugenio possono dare un contributo importante. Si tratta di due ragazzi che ho già avuto nella passata stagione, con la maglia della Lazio campione d’Italia Under 21. La loro esperienza può essere di aiuto ai ragazzi che si affacciano al campionato nazionale. Visto che molti dei nostri Under sono aggregati alla prima squadra di Serie B, a loro spetta il compito di rubare con gli occhi il meglio che possono ai giocatori più esperti, al fine di metterlo in pratica in campo anche con l’Under”


Che consiglio da ai giovani che per la prima volta si affacciano al campionato nazionale?

“Il mio consiglio è quello di lavorare, lavorare e lavorare, rimanendo umili. Il lavoro alla fine da dei risultati. Devono allenarsi con la testa e con le gambe”.