Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

L'Olimpus in cerca di conferme nella sfida contro il Maran Nursia

La formazione di mister Ranieri vuole rafforzare il primo posto in classifica. Casilli-De Angelis: "Siamo solo all'inizio, ma i risultati parlano da soli"



Franco Casilli e Gianluca De AngelisArriva il Maran Nursia al Palaolgiata e in casa dell’Olimpus Olgiata 20.12 si attendono conferme. Una prova di carattere servirebbe a dare quadratura all’ambiente, ad un gruppo che ha già dimostrato di avere qualità importanti ma che viaggia al ritmo di una partita dopo l’altra, vivendo i suoi impegni sportivi uno alla volta, come è giusto che sia al mese di novembre di una stagione, quella attuale, ancora molto lunga. Che partita sarà quella col Nursia? A rispondere è Franco Casilli, Direttore tecnico dell’Olimpus: “Mi aspetto una grandissima gara. A mio avviso il Maran Nursia credo che sia, con il rispetto di tutti, la squadra più titolata a vincere il campionato. Una formazione quadrata, con buoni giocatori, un ottimo allenatore. Proprio in virtù della caratura del nostro avversario, mi aspetto una buona prestazione dai ragazzi, mi aspetto soprattutto di vedere quel ‘qualcosa in più’ in questa partita”. In questo momento la formazione blues non sta certo deludendo le aspettative della Società, guidando il campionato, ma in casa Olimpus si viaggia con i piedi per terra. “I risultati parlano da soli, ma siamo ancora all’inizio – commenta Gianluca De Angelis, Direttore sportivo della formazione olimpa – per noi due settimane fa è iniziato quello che potremmo definire il mese della verità. Dovesse andare tutto per il meglio, potremmo iniziare a tirare le prime somme di quanto fatto da maggio ad oggi. Sicuramente non è opportuno sbilanciarsi su alcuna situazione, poiché è ancora presto”. In punta di piedi anche Casilli, secondo cui l’attuale andamento della squadra “è buono, anche se mi aspetto un ulteriore salto di qualità da una squadra che, con Fabrizio Ranieri, può solo migliorare”. Ad ogni modo, il gruppo costruito già in estate dai due dirigenti dell’Olimpus, sta dando risultati importanti. “Quando ho iniziato a lavorare per l’Olimpus (maggio scorso, ndr), la prima cosa che la Società voleva era un mix tra giovani e senior – aggiunge De Angelis – abbiamo portato avanti questa linea arrivando a costruire un gruppo di splendidi professionisti. Abbiamo dato piena fiducia ai giocatori scelti. Se abbiamo optato per questi uomini, insieme al mister, è perché abbiamo sempre creduto in loro e nelle loro capacità”. Una domanda ad entrambi i dirigenti: quale dei vostri giocatori vi ha più colpito in questi primi mesi di campionato? La risposta di Gianluca De Angelis: “Non credo di fare un torto a qualcuno se dico che, personalmente, a me che non lo conoscevo, Cristopher Cutrupi ha impressionato molto, sotto ogni punto di vista, non solo tecnico”. “In questo frangente – commenta invece Casilli – mi hanno stupito molto Manuel Del Ferraro, che è uno che non molla mai fino alla fine della gara, un vero trascinatore, e Osni Garcia, un giocatore che, nonostante quando è arrivato abbia avuto problemi legati ad un infortunio, sta dimostrando sabato dopo sabato che merita il rispetto di tutte le categoria del futsal, uno di quelli che lotta per quaranta minuti e che, quando vuole, sa fare la differenza”.