Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

L'Olimpus "ingrana" la Quarta e chiude in bellezza: 2-1 al Fasano

Senza la Iturriaga, la formazione di Abati chiude l'anno con una importante vittoria



Maria QuartaLa squadra di Marco Abati chiude l'anno con una vittoria. Al Palaolgiata, l'Olimpus, orfana di Sara Iturriaga, assente causa squalifica, si impone per 2-1 contro un Real Fasano rigenerato dall'acquisto di Pires. La gara, spesso contraddistinta da tratti di gioco frammentato, è caratterizzata da una grande prova fisica da parte di entrambe le formazioni. La prima azione della partita è di marca Olimpus e passa per i piedi di Sergi che, in due occasioni, va vicina al vantaggio; le conclusioni del capitano blues terminano però di poco a lato della porta difesa da Antonacci. Al 6' Rovira si libera di due avversarie e serve Quarta, la cui conclusione termina di poco a lato. Dopo altre due occasioni con Sergi, il capitano della squadra di casa, dopo aver dribblato un'avversaria, serve Schirò sulla destra; il tiro della numero 9 impegna Antonacci alla deviazione in angolo. Al 15' primo episodio dubbio della gara: Maria Quarta viene atterrata all'interno dell'area di rigore del Fasano ma il direttore di gara lascia proseguire, nonostante, tra l'altro, la giocatrice sia rimasta a terra. Sulla ripartenza azione pericolosa del Fasano che va al tiro con Pires, murata da Sergi, in recupero sulla spagnola. Dopo il gran tiro di Colucci dalla distanza che impegna Dibiase alla parata in due tempi, l'Olimpus va in vantaggio con Sorvillo che calcia da posizione defilata; la sfera passa tra le gambe di Antonacci e si insacca (1-0). L'ultima azione è degli ospiti con Campanile che serve Pires e la spagnola che libera un tiro molto insidioso che Dibiase disinnesca. Ripresa che si apre ancora con l'Olimpus in avanti, alla ricerca del raddoppio. Al 1' Sergi impegna Antonacci alla deviazione in angolo; poi, dopo una manciata di secondi, Villani calcia dal limite dell'area mandando la palla di poco a lato della porta del Fasano. La squadra ospite si riorganizza e torna a farsi pericolosa prima con Gelsomino, la cui conclusione viene parata da Dibiase, poi con Pires che centra il palo alla destra del portiere azzurro. Al 9' contropiede del Fasano e azione in velocità tutta di marca iberica, con Rodriguez che chiude il triangolo con Pires, la quale calcia in porta e segna il goal del momentaneo 1-1. Ad un tiro da fuori area di Colucci, parato a terra da Dibiase, risponde l'Olimpus con una conclusione di Sorvillo, servita da Villani, respinta da Antonacci. Al 13' schema da calcio d'angolo per l'Olimpus; palla da Rovira a Quarta che a centro area non fallisce il tiro che vale il goal del 2-1. Tre minuti più tardi forse l'azione più pericolosa del Fasano che, su punizione, coglie la traversa con Sangiovanni. Il finale di gara, nonostante la formazione ospite schieri il portiere di movimento dal 17', è tutto di marca Olimpus, con due conclusioni, una di Sergi e l'altra di Villani deviate in angolo da Antonacci. Successo importante per la squadra di Abati che adesso, proprio in virtù di questa vittoria, è sola al quarto posto della classifica a quota 15 punti. Il campionato dell'Olimpus riprenderà domenica 10 gennaio, con la trasferta contro lo Statte.

Image title