Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

L'Olimpus tessera il laterale Marta Quarta dalla Ternana

"Ho lasciato la Ternana perché avevo bisogno di ritrovare morale e continuità, poiché vengo da un infortunio"



L'Olimpus omunica di aver acquisito a titolo definitivo dalla Ternana la giocatrice Marta Quarta. Laterale classe '92, ha realizzato nella passata stagione 24 reti con la maglia dell'Ita Salandra. La Società, la dirigenza e lo staff tecnico dell'Olimpus danno il benvenuto a Maria Quarta, facendole un grande in bocca al lupo per la sua avventura in maglia blues. A margine dell'allenamento agli ordini del mister Marco Abati, la giocatrice risponde ad alcune domande e spiega le ragioni che l'hanno portata a trasferirsi a Roma e a vestire la maglia dell'Olimpus. "Ho lasciato la Ternana perché avevo bisogno di ritrovare morale e continuità, poiché vengo da un infortunio che mi ha tenuto fuori dal campo per due mesi. So che qui all'Olimpus potrò trovare entrambi", afferma Maria Quarta.


Per lei è arrivata la terza maglia in pochi mesi: lasciata Salandra ha vestito quella della Ternana e poi, ora, il blu Olimpus. Cosa prova? "Salandra è casa mia. Ho lasciato la squadra dopo quattro anni, giocando in Serie A. Terni era un po' una scommessa per me. Penso che, qualora fosse mancato l'infortunio, avrei potuto fare meglio. E adesso, con la maglia dell'Olimpus, ho grande voglia di tornare ad essere quella che ero a Salandra, magari anche meglio. Questo è il mio obiettivo"

Marta Quarta con la sua nuova maglia da gioco

Quanto ha pesato nella sua scelta di venire qui la presenza di una sua ex compagna del calibro di Angelica Dibiase? Cosa lascia a Terni? "Lei mi ha parlato dal primo giorno bene dell'Olimpus. Ha avuto un ruolo determinante, mi ha detto che qui avrei potuto lavorare con grande tranquillità e so che è proprio quello che mi serve. L'impatto con Terni è stato forte... Sono stata accolta benissimo dal primo giorno e colgo l'occasione per ringraziare il Presidente della Ternana e il Direttore sportivo, Damiano Basile, tutte le ragazze e i tifosi che mi sono stati accanto costantemente nel momento dell'infortunio"


Cosa si aspetta da questa esperienza? "Ritornare nella forma migliore, sia mentale che fisica, e aiutare concretamente la squadra a raggiungere i suoi obiettivi"


Quale posizione avrà in campo nella squadra di Marco Abati? "Sono un laterale offensivo. Non sono un pivot da 3-1, posso esserlo nel 4-0. Sono una giocatrice di movimento. Lui mi ha detto che sarà suo obiettivo quello di valorizzare al meglio le mie caratteristiche. Sono a sua disposizione"