Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

L'Ostia Mare frena la Vigor Perconti: 2-2 all'Anco Marzio

I blaugrana di D'Andrea si portano avanti, poi subiscono la reazione dei tirrenici che trovano il vantaggio nella ripresa. Galletto fissa il risultato nel finale



7a Giornata - 02 nov 2014
2 - 2

MARCATORI Ceci (V), Pascarella (O), Sanges (O), Galletto (V)
OSTIA MARE Lorenzo, Giachè, Salviani, Bruno (Stanghetti), Verdirosi, Centi, Sanges, Gaggini, Palotti, Pascarella (Gazzellone), Pacchiarotti PANCHINA Pesenti, Pellegrini, Maurizi, Guidi, Rizzitelli ALLENATORE Cabriolu
VIGOR PERCONTI Campi, Naplone, Leopardi, De Paola (Conti), Pietrangeli, Millozzi, Bamba, Pastorelli, Ceci, Spatara (Fratini), Piccolo (Galletto) PANCHINA Frezzotti, De Sanctis, Laoretti, Ingrosso ALLENATORE D'Andrea
NOTE Ammoniti Palotti (O)

Perconti, pari all'Anco Marzio ©photosportroma.itUna partita a dir poco emozionante all'Anco Marzio tra Vigor Perconti e Ostia Mare, con i blaugrana che si portano avanti nella prima frazione, salvo poi incassare le due reti biancoviola nella ripresa. Ci pensa Galletto nel finale a fissare il definitivo 2-2. La Vigor come detto gioca meglio nei primi 35', trovando il vantaggio dopo pochi istanti dal fischio iniziale grazie al guizzo del numero nove Ceci. L'Ostia Mare fatica a rendersi pericolosa. La reazione dei tirrenici arriva solo nel secondo tempo: sugli sviluppi di un corner Campi sbaglia l'uscita, la sfera termina sui piedi di Pascarella che deve solo depositare nella porta sguarnita per il pareggio. Pochi giri di orologio e i ragazzi di Cabriolu si portano in vantaggio. Punizione quasi dalla linea di fondo, Sanges crossa al centro verso la porta, Campi buca ancora l'intervento e la palla rotola direttamente in fondo al sacco. L'undici di D'Andrea non ci sta e schiaccia nella propria metà campo i padroni di casa. Galletto prima spreca incredibilmente il gol del pari sparando sopra la traversa, poi lo realizza con una spizzata sotto porta di testa che riporta in equilibrio il risultato. La Perconti carica a testa bassa alla ricerca dei tre punti; pochi istanti prima del triplice fischio c'è la grande occasione per Bamba, che si libera bene dell'uomo e va al tiro da posizione favorevolissima, la sua conclusione termina alta strozzando in gola l'urlo dei sostenitori blaugrana.