Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

L'Ostiamare cala il poker all'Anco Marzio

I biancoviola sbaragliano gli avversari attraverso una notevole prova di forza: vanno in rete Costantini, Palazzini, De Nicolò e Macciocca



28a Giornata
4 - 1

OSTIAMARE - SELARGIUS  4-1

OSTIAMARE: Travaglini, Barbieri, Piroli, De Nicolò (8'st Simone Ferri), Costantini, Trippa, Fraschetti, D'Astolfo, Massella, Macciocca (24'st Sargolini), Palazzini (1'st Maestrelli). A disp.: Saccucci, Pitzianti, Tabirri, Biagiotti, Matarazzo, Daniel Rossi. All.: Roberto Chiappara.

SELARGIUS: Forzati, Aramu, Sanna, Puddu, Piselli, Del Rio (9'st Lintas), Cardia (9'st Migoni), Mannoni, Chelo, Callai, Atzori. A disp.: Matza, Contu, Achenza, Suella. All.: Karel Zeman.

ARBITRO: Gabriele Cascella di Bari.

ASSISTENTI: Davide Cefariello di Ercolano; Pierluigi Lustri di Avezzano.

MARCATORI: 10'pt Costantini, 12'pt Palazzini, 18'pt De Nicolò (OM), 26'pt Atzori (S), 11'st Macciocca (OM).


Ostiamare, quattro sberle al SelargiusTredicesima affermazione stagionale (ottava all'Anco Marzio, ndr) per l' Ostiamare diRoberto Chiappara che, tra le mura amiche, supera 4 a 1 il Selargius di Karel Zeman e ritrova il successo dopo tre giornate di astinenza grazie alle reti di Costantini, Palazzini, DeNicolò e Macciocca, con l'intermezzo sardo di Atzori per il momentaneo 3 a 1. Prestazione sontuosa da parte dei biancoviola (che lamentavano assenze importanti, come quelle diMartinelli e Piro squalificati e Angeletti infortunato, ndr) che, fin dall'inizio, hanno messo sotto i granata del Virgilio Porcu, mostrando estrema qualità nelle giocate (che hanno prodotto tre reti nei primi 18 minuti, chiudendo di fatto la sfida, ndr) di grandi (bravi tutti, come sempre perfetto Piroli, una sicurezza come Costantini, che si è regalato anche la gioia di un bellissimo gol di testa) e under (nota speciale per Palazzini, autore di un super gol, eFraschetti, sempre delizioso nelle giocate anche in una categoria assaporata da poche settimane) Da sottolineare una condizione fisica invidiabile (complimenti al lavoro del Prof. Fabrizio Matalone, preparatore atletico della squadra lidense) dei ragazzi di Ostia che hanno mandato al tappeto la formazione selargina, approssimativa nella fase difensiva e affidata in avanti solamente alle iniziative di Chelo, bomber della squadra con 9 reti, ma chiuso nella morsa Costantini-De Nicolò. Con il pari del Fondi a Genzano e il ko del San Cesareo aIsola Liri, l' Ostia è di nuovo quarta da sola e a -3 dai castellani del " Roberto Pera". Giovedì, nel turno pasquale, match impegnativo al Rocchi contro la Viterbese. Come detto, partenza super della formazione dell' Anco Marzio, decisa a far sua la gara nonostante la voglia avversaria di conquistare punti preziosi in chiave salvezza. 10 minuti e i lidensi passano in vantaggio. Imperioso lo stacco di testa di Costantini sull'invito di Palazzini: il "principe" si alza in cielo e colpisce la sfera. Forzati prova a respingerla ma vanamente. 1 a 0 Ostia, e terzo gol stagionale per Costantini. Il gol non placa i biancoviola che insistono siglando, due minuti più tardi, il raddoppio. Un gioiello quello incastonato alla sinistra di Forzati da Palazzini. Un destro "alla Del Piero"(passateci il termine) da distanza decentrata e sfera in fondo al sacco. Chapeau. Al 18' il punteggio parla chiaro: Ostiamare 3, Selargius 0. Sempre di testa, su assist di Fraschetti, indirizzando la palla all'angolino, De Nicolò realizza il punto del 3 a 0 con festeggiamento alla "Mark Bresciano" (per chi non lo sapesse, era il modo di esultare dell'ex calciatore italo-australiano che non saltava ma si piantava nel terreno come una statua, ndr). Dopo il gol dell'andata contro il Selargius, il "red" biancoviola si ripete in casa sempre contro la truppa di Zeman. L'undici del figlio di Zdenek tenta una reazione, sotto di tre reti, e vi riesce al 26', quando prova a rientrare in gara. E' Atzori a battere Travaglini, nonostante il tentativo di respinta del bravo portiere lidense che sarà bravissimo ad opporsi, in altre circostanze, sullo sgusciante cagliaritano Chelo. 3 a 1, dunque, che sarà il parziale all'intervallo. Nella ripresa, però, è l' Ostiamare a tornare ad attaccare e a creare occasioni. Così all'11' la compagine di Ostia trova il 4 a 1 che chiude definitivamente la contesa: assist di capitanD'Astolfo per Macciocca (nella foto) e sinistro violento dell'attaccante che infila la palla in rete senza dare scampo a Forzati. Massella proverà in tutti i modi a trovare il gol, senza riuscirvi, per sfortuna e imprecisione, ma in un'occasione sarà fenomenale Forzati, ovvero quando andrà a repingere la stoccata volante del bomber biancoviola sul corner di Sargolini, entrato in corso d'opera. Finisce 4 a 1, bella bella Ostia, Selargius quasi mai presente in questa gara.