Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

L'Ostiamare non sbaglia col Palestrina: bene San Cesareo e Viterberse

La capolista le vince tutte: subito dietro, l'undici di Coscia non molla



Anche la quinta giornata del campionato di Juniores Nazionali è storia. Vediamo ora nel dettaglio cosa emerge dalla griglia dei risultati del girone I.    

Image titleSeguendo l'ordine del programma gare, il primo risultato da segnalare è il roboante 5-0 maturato ad Anzio, tra la formazione di Dario Siligato e l'Isola Liri. Pari e patta tra Astrea e Cynthia; la squadra di Quintiliano Mastrodonato dà vita all'ennesima grande prova, ma stavolta deve accontentarsi di un solo punto, in un match che in termini di spettacolo ed emozioni non ha comunque tradito le attese. Le sorprese vengono da Sora, dove l'arrivo di Alessandro Recchia sulla panchina della Lupa Castelli sembra aver influito molto, non solo in termini di entusiasmo, sulla formazione castellana, vincente 2-1 nei confronti della squadra di casa. Nessuna sorpresa da Ostia, dove i bianco viola continuano a giocare il loro campionato e superano 2-0 un comunque dignitoso Palestrina. Pareggio a Rieti, dove il team di Roberto Pompili non va oltre il 2-2 con l'Aprilia, che conquista così il primo punto in campionato. Il San Cesareo approfitta del pareggio dell'Astrea e si candida per essere l'anti-Ostia Mare del girone, battendo in trasferta per 2-0 il Terracina e mantenendo quindi la seconda posizione in solitaria. Chiude Viterbese - Fondi, match vinto dai padroni di casa per 1-0.   


Di seguito tutti i risultati della  quinta giornata di campionato.

Anziolavinio - Isola Liri 5-0 

Astrea - Cynthia 3-3 

Sora - Lupa Castelli 1-2

Ostiamare  - Palestrina 2-0 

Rieti - Aprilai 2-2 

Terracina - San Cesareo 0 -2 

Viterbese - Fondi 1-0 

Riposa: Flaminia

Con questi risultati uno sguardo alla classifica è d'obbligo, alla luce delle interessanti implicazioni che ne conseguono. L'Ostia Mare, saldamente in vetta, guarda tutti dall'alto dei suoi 15 punti; seguìta dall'eroico San Cesareo di Roberto Coscia, a quota 13. L'Astrea si godrà il riposo del prossimo turno al terzo posto, con 11 punti, e la prospettiva del big match contro i bianco viola sette giorni dopo. Guadagna posizioni la Viterbese, ora a 9 punti e in quarta posizione. Il Rieti scavalca il Flaminia (comunque oggi a riposo), in quarta posizione, con 8 punti, in tandem con l'Anziolavinio, fra le squadre ad aver compiuto il balzo più lungo in questa quinta giornata. La Cynthia continua a presidiare la zona mediana senza scossoni, sesta a 7 punti. Settimo il Palestrina, cui la sconfitta di Ostia costa tre posizioni: a 6 punti la squadra di Umberto Fatello. Rilevante il salto della Lupa Castelli Romani, che già dalla prima somministrazione della cura Recchia si porta in ottava posizione a quota 5 punti, e scaccia le obre buie delle prime giornate. Piccoli passi per l'Aprilia, che tenta di emergere dai bassifondi con un punto non molto utile ai fini della classifica ma che fa ben sperare per il prosieguo della stagione. Chiudono Terracina, Fondi, Sora e Isola Liri, tutte ancora in coda, a caccia dei primi punti della stagione.