Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

L'undici di Buffa batte l'Urbetevere e ora si giocherà il titolo regionale contro la Vigor Perconti

Un gol del centrocampista ad un quarto d'ora dal termine mette fuori gioco i gialloblu, apparsi lontani parenti della squadra ammirata al Nike. Per D'Andrea un ko duro da digerire dopo una stagione meravigliosa



MARCATORI Tataranno 21’st 

N. TOR TRE TESTE Tripicchio, Lommi, Falcone, Fiasca, Fisichella, Palmieri (Scarpecci 22’st), Maggi (Spizzichino 14’st), Tataranno, Ferrini, Imperiali, Trincia (Di Cosimo 30’st) PANCHINA Martina, Di Vincenzo, Adami, Volanti ALLENATORE Buffa 

URBETEVERE Sottoriva, Paris (Aureli 28’st), Calisto, Putrino (Marchionne 24’st), Viti, De Angelis, Cappai (Brusciano 32’st), Odorisio, La Rosa (Saltalamacchia 19’st), Maggiolini, Vittorini PANCHINA Calisse, Frollani, Locci ALLENATORE D’Andrea 

ARBITRO Crescenzi di Viterbo 

NOTE Espulsi Calisto (U) al 35’st e Aureli (U) al 38’st Ammoniti Palmieri Angoli 2-4 

Tor Tre Teste in finale © photosportiva.itL’Urbetevere vista al torneo Nike è un lontano ricordo e allo Ielasi ad esultare è proprio la Tor Tre Teste che grazie all’1-0 maturato al termine dei 70’ regolamentari, accede alla finalissima di Ciampino nella quale sfiderà la Vigor Perconti in un match che si preannuncia spettacolare. 

Che partenza! Dopo il fischio iniziale del sig. Crescenzi di Viterbo il primo acuto è dei locali dopo quattro giri d’orologio con Tataranno, che prova la conclusione da fuori area ma Sottoriva è attento e blocca. Passano meno di dieci minuti e l’Urbetevere si porta in vantaggio con un bel colpo di testa di Vittorini su cross di Paris ma l’arbitro annulla mandando su tutte le furie i giovani di D’Andrea: l’azione è dubbia ma la cosa che ci ha lasciati più perplessi è che questa sarà l’unica vera occasione da gol della squadra ospite. La manovra è lenta, le idee sono poche e il fortino rossoblu sembra invalicabile. Intorno alla mezz’ora si rivedono i ragazzi del mister Buffa che per poco non sfiorano il vantaggio con un grande gesto atletico di Ferrini che prova la rovesciata all’altezza del vertice sinistro dell’area con la sfera che esce veramente di un soffio. 

La ripresa. Dopo un primo tempo non proprio esaltante, passiamo alla seconda frazione: sostanzialmente la storia della partita non cambia. La Tor Tre Teste ci è sembrata più lucida rispetto all’Urbe che ha faticato soprattutto nel gestire il pallone a centrocampo. Al 18’ ancora locali vicini al vantaggio questa volta con Trincia che con una bella girata dal limite fa scorrere un brivido lungo la schiena di Sottoriva che osserva il pallone sfiorare il palo sinistro. Questo però sarà soltanto il preludio del gol che arriverà tre minuti dopo: punizione dalla destra di Imperiali, palla deliziosa sui piedi di Tataranno che non sbaglia il tap-in vincente e infila il pallone sotto la traversa per la gioia dei tifosi di casa: 1-0. Subìto il gol ci aspettavamo una reazione veemente da parte del’Urbetevere che in campionato ha dimostrato un carattere da grande, ma purtroppo rimaniamo delusi e la partita invece che farsi vibrante si fa nervosa (complice l’eccessiva fiscalità dell’arbitro) e nel finale Calisto e Aureli verranno espulsi lasciando l’Urbetevere addirittura in nove. Ormai la gara è virtualmente chiusa e al triplice fischio dell’arbitro i ragazzi di Buffa possono finalmente alzare le braccia al cielo.