Notizie
Categorie: Giovanili

L'Unipomezia Virtus si presenta: che festa a Cinecittà World!

Il club rossoblu inizia la nuova stagione in grande stile. Il presidente Cerusico: "Vedere tutti i nostri bambini dal palco è stata una grande emozione". Il ds Gianni Mugnaini: "Vogliamo donare alla città i palcoscenici che merita"



La meravigliosa vista dal palco di Cinecittà World © photosportroma.itE' stata una presentazione in grande stile. Uno di quegli eventi che resteranno a lungo nella memoria di chi era presente. Sabato 11 Ottobre l''Unipomezia Virtus, una delle migliori realtà emergenti del calcio dilettantistico, ha alzato i veli sulla nuova stagione in maniera spettacolare, da mozzare il fiato. Una serata fantastica, una notte dove i colori sociali, rosso e blu, hanno abbagliato il cielo della Capitale. Teatro esclusivo Cinecittà World, il nuovo parco giochi a tema inaugurato qualche mese fa a Castel Romano, per l'occasione interamente dedicato ai tesserati del club e alle loro rispettive famiglie. Una festa per dare il via ad un nuovo anno, dove l'obiettivo primario è sempre lo stesso: crescere. E di passi avanti, questa società nata appena tre anni fa, ne ha fatti davvero tanti. Ora manca solo l'ultimo salto di qualità, l'ultimo gradino da scalare per diventare un punto di riferimento per i giovani e gli appassionati del territorio.

Alcuni ragazzi sulle attrazioni di Cinecittà World © photosportroma.itUna festa “cinematografica”, come ci spiega il presidente Nazareno Cerusico, visibilmente emozionato: “Abbiamo abbinato lo sport con il cinema e ringrazio Cinecittà World per averci dato la possibilità di fare questo regalo ai nostri bambini – spiega il numero uno del club – Perché sono loro la nostra forza insieme ai genitori, che fanno tanti sacrifici per accompagnarli agli allenamenti”. Occhi che brillano, quelli del presidente, nei quali resterà per sempre impressa l'immagine della folla osservata dal palco allestito per l'occasione: “Una grande emozione e un grande orgoglio. Quando sono salito mi sembrava di essere allo Stadio Olimpico. Tutte quelle persone lì, per l'Unipomezia: sono senzazioni difficili da spiegare”. Quello che ha colpito, una volta aperte le attrazioni principali che hanno subito richiamato le attenzioni di tutti i presenti, è stata l'educazione dei giovani tesserati, dalla scuola calcio all'agonismo. Un fattore che, da queste parti, vale più degli insegnamenti prettamente tecnici: “Noi formiamo uomini prima che calciatori – spiega Cerusico – Li teniamo a bada, abbiamo stabilito delle regole e i ragazzi hanno capito subito. L'educazione e il rispetto degli altri è il fiore all'occhiello della nostra società”.

Lo staff dirigenziale al complaeto © photosportroma.itUna grande emozione che si legge chiara anche negli occhi di Gianni Mugnaini, direttore sportivo e uno degli artefici dei successi conquistati in appena tre anni di attività: “Stiamo lavorando bene, ora dobbiamo mantenere questo livello – spiega il ds – Ci siamo ripromessi di puntare sui giovani, di rinforzare questo settore per riuscire a creare una prima squadra composta dai nostri ragazzi. Forse, ma sottolineo forse, abbiamo trascurato un po' la prima squadra, ma vogliamo provare a conquistare altri titoli con le squadre agonistiche per dare ulteriore lustro al club e continuità al nostro operato”. Con un'ambizione niente male, quella di veder giocare tutte le formazioni con lo stesso modulo, dai Primi Calci fino alla prima squadra: “Non sarà semplice, ma il lavoro che stanno svolgendo Andrea Bussi e Simone Tofa sta portando i suoi frutti. Vogliamo dare un'impronta definita a tutte le nostre categorie”. Passi da gigante, se si pensa che questa nuova realtà ha visto la luce solamente tre stagioni fa: “La nostra forza è che siamo tutte persone del luogo, che amano Pomezia e pensano che questa città abbia il diritto di respirare l'aria del calcio che conta. La Virtus è la storia di questa zona, l'Unipomezia la novità: una fusione tra la tradizione e il nuovo che sta portando a grandi risultati. C'è passione, la prima squadra ogni domenica vanta cinquecento tifosi: significa che c'è spirito di appartenenza e che l'Unipomezia Virtus rappresenta il territorio. Abbiamo voglia, abbiamo passione e vogliamo dare a Pomezia quel che si merita”. Se le premesse sono quelle viste in queste stagioni, per la consacrazione non si dovrebbe aspettare così tanto: “Nel giro di tre anni vogliamo raggiungere tutte le categorie Elite – continua Mugnaini – In questo momento stiamo pagando lo scotto di essere giovani, ma sono certo che presto ce la giocheremo con le big romane”. Con un sogno nascosto nel cassetto: “Penso che Pomezia meriti almeno la Lega Pro. Lo merita la città, lo meritano i suoi residenti. Ora, non so se noi riusciremo a realizzare questo sogno, ma la strada è quella giusta, Continuiamo così, non ci poniamo limiti”.

La passione, la voglia, il sacrificio, la competenza. Elementi dai quali non si può prescindere per raggiungere traguardi ambiziosi. E tra una giostra e l'altra, tra una foto ricordo sotto un tunnel d'acqua e le note suonate dalla band, la festa continua. Una notte da Oscar, una notte per dare inizio ad una nuova fase di questo straordinario percorso. Una notte dove il calcio ha riscoperto i suoi reali valori, con il cielo dipinto di rosso e blu.