Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

L'Urbetevere batte due colpi: espugnato il Catena

Subito un messaggio chiaro alle dirette rivali della squadra di Barba, che supera l'Atletico 2000 con i gol di Orlanno e Anastasio nel primo tempo. Infruttuosa la reazione biancorossa nella ripresa



ATLETICO 2000 – URBETEVERE          0-2 

MARCATORI Orlanno 31' pt, Anastasio 35' pt 

ATLETICO 2000 Santopadre 5.5, Provaroni 5.5, Tranquillo 6 (28' st Bruti sv), Cavasino 5.5 (1' st Tribuzzi 6.5), Macciocchi 6, Perri 6, Savaiano 6 (1' st Fioretti 6), Turmalay 6.5, Fresi 7 (34' st Germoni sv), Gualtieri 6.5, Ilardo 6 (22' st Mancini ) PANCHINA Trombetta, Ciambella ALLENATORE Valerio 

URBETEVERE Piccheri 7, Pinna 7, Valeri 5.5, Tortora 7, De Angelis 6, Tammaro 6, Coccia 6.5 (36' st Gioacchini), Rondoni 5.5 (1' st De Santis), Orlanno 7 (27' st Longhi sv), Silva Mendes 6 (39' st Franco), Anastasio 7 (16' st Corsini) PANCHINA Grifoni, Rughetti ALLENATORE Barba 

ARBITRO Cavassini di Ciampino 

NOTE Ammoniti Perri, Corsini Angoli 4-3 Fuorigioco 0-1 Rec.1' pt, 3' st

Urbetevere, buona la prima © photosportroma.itL'Urbetevere espugna il Catena e porta a casa tre punti pesanti in questa prima giornata di campionato. Contro l'Atletico 2000 la formazione di Barba ha piazzato un terrificante uno – due poco dopo la mezz'ora del primo tempo e gestito bene il resto del match, nonostante la reazione d'orgoglio dopo l'intervallo dei padroni di casa.

Gli ospiti partono bene, cercando di chiudere l'Atletico nella sua metà campo sin dai primi istanti, e dopo appena cinque minuti è Silva Mendes, con il sinistro, a sfiorare il palo dal limite dell'area con il sinistro. I padroni di casa, però, sono in partita e se la giocano a viso aperto lottando pallone su pallone. La sfida scivola via equilibrata e senza grosse emozioni, con la seconda conclusione che viene registrata solamente al 12', con Silva Mendes che stavolta ci prova con il destro ma Santopadre blocca con sicurezza. La risposta biancorossa arriva allo scoccare del 18' quando Turmalai si libera al tiro, ma la sua conclusione termina alta non di molto. In campo non accade granché, il ritmo non è trascendentale e la prima vera occasione da gol arriva al 26' ed è di marca ospite. Punizione di Tortora su cui Santopadre non è impeccabile, ma il portierino di casa è super sul tap in ravvicinato di Anastasio che non riesce a ribadire in rete da due passi. I ragazzi di Barba tentano di accelerare, Orlanno ci prova da fuori non trovando di poco il bersaglio grosso, ma l'appuntamento con il gol è solo rimandato. Coccia sfonda sulla destra con una progressione incredibile e scarca per Silva Mendes. Il numero dieci cicca il pallone che, comunque, arriva sui piedi di Orlanno. La difesa se la cava salvando sulla linea il primo tentativo del centravanti, ma è ancora lui a scaricare in fondo al sacco e a portare in vantaggio i suoi. L'Atletico prova a reagire immediatamente, ma al 35' l'Urbe trova il raddoppio. Contropiede nato da un contatto molto dubbio tra De Angelis e Fresi che il direttore di gara lascia correre. Pinna fa trenta metri palla al piede e calcia in porta, Santopadre stavolta non trattiene e per Anastasio è un gioco da ragazzi firmare lo 0-2, risultato che accompagna le due squadre al riposo.

L'apertura di ripresa è di marca Atletico. Prima Fresi ci prova con un diagonale che termina di poco a lato, al 2' invece è Turmalai a tentare su punizione, alta di poco. Il forcing della squadra di Valerio è furente, grazie anche all'apporto dei due neo entrati Fioretti e Tribuzzi, e al 5' Piccheri rischia di essere beffato in uscita ancora da Fresi che non riesce a trovare la coordinazione giusta per accorciare le distanze. I padroni di casa spingono, Barba si sbraccia dalla panchina e al 9' Fresi chiama ancora in causa Piccheri, attento a deviare in corner il destro da posizione defilata. Due minuti dopo ci prova Tribuzzi, ma il suo tiro a giro è out. Dopo questa fase iniziale l'Urbetevere ritrova le misure e rischia meno. Turmalai ci riprova da fermo ma il destino della sua conclusione è lo stesso della precedente. Fa meglio, dall'altra parte Valeri, che al 20' costringe Santopadre agli straordinari con un calcio da fermo strepitoso. L'undici di Valerio sembra non avere più le forze per tentare la rimonta, l'Urbe controlla e tenta di colpire in contropiede con la coppia Mendes – Corsini, ma Santopadre c'è. La grande chance di riaprire il match ce l'ha Tribuzzi che al 33' sbaglia un comodo destro da ottima posizione, anche se nell'occasione il direttore di gara non ravvede la clamorosa posizione di fuorigioco dell'attaccante. Nei secondi finali è Piccheri ad evitare il gol dei locali, con un doppio intervento meravigliso prima su Tribuzzi, poi sulla ribattuta di Gualtieri. Sarebbe cambiato poco, con l'Urbetevere che lancia subito un messaggio chiaro alle rivali per il titolo regionale espugnando un campo difficilissimo.