Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

L'Urbetevere beffa un buon Atletico 2000: in semifinale da favorita

La formazione di Lillo è quella che ha maggiormente impressionato in questa prima giornata: con la qualificazione già in tasca, vince anche il secondo match allo scadere



OSTIA MARE - ATLETICO 2000     1-0

MARCATORI Verderosi aut. 19' st 

URBETEVERE Colagrossi, Marano, Sbrozzi, Ferretti (5' st Mezzetti), Paola, Lochi, Tumminiello (1' st Capparella), Santarelli, Meloni (4' st Bartolotta), Perventi (1' st Zappalà), Gavrila PANCHINA Carolis, Limeli, Mengoni ALLENATORE Lillo 

ATLETICO 2000 Migani, Bundo, Lanzi, Luciani, Verderosi, Di Carlo, Spayaro, De Bonis, Puddu, Pellegrino, Varone PANCHINA Zaliwsky, Amici, Lazzari, Celli, Pieri, Bentivoglio ALLENATORE Di Luigi NOTE Angoli 2-1 Fuorigioco 0-0 Rec. 1' pt, 3' st

Urbetevere, due su due © photosportroma.itL'ultimo match della giornata rappresentava una formalità per l'Urbetevere, dopo il 5-0 servito all'esordio contro il Pro Roma. Un pass che sarebbe potuto sfuggire solo a seguito di una sconfitta pesantissima contro l'Atletico 2000, con almeno tre gol di scarto. Naturalmente non è accaduto, nonostante Lillo abbia ruotato tantissmi effettivi alla ricerca di nuove indicazioni in vista del campionato e per gestire al meglio le forze della sua rosa. Primo squillo al 4', con Meloni che mpegna Migani, bravo a deviare in corner con la punta delle dita. Il portiere giallonero è ottimo anche nei minuti successivi sulle conclusione di Ferretti prima e Perventi poi. Il giovane portiere di Di Luigi, al 9', si supera e salva il risultato con un grandissimo doppio intervento prima su Ferretti e poi sul tap ancora di Meloni. Al 13' invece è Perventi, imbeccato da un gran lancio di Gavrila, a graziare l'Atletico mancando la deviazione da pochi passi. Poi le emozioni, almeno in questo primo tempo, finiscono.

Nella ripresa il leit motive non cambia con le squadre che non sembrano pungere, anche se l'Atletico spinge per cercare di uscire a testa alta. Così, al 4', sugli sviluppi di un corner è Puddu a trovare il guizzo giusto, ma Colagrossi è super. La risposta dell'Urbe è affidata alla coppia Zappalà – Bartolotta, ma la difesa dell'Atletico riesce a disinnescare il pericolo. Dopo queste due fiammate non accade praticamente più nulla fino al termine, quando un'autorete di Bundo, a seguito di un fantastico assolo di Zappalà,  permette all'Urbe di regalarsi un'altro successo e qualificarsi con sei punti in carnet. L'Urbe passa, mentre l'Atletico saluta con il rammarico di non aver dato il massimo nel match d'esordio contro il Pro Roma.