Notizie

L'Urbetevere travolge il Pomezia nella ripresa: 6-0

A via della Pisana i rossoblu tengono un tempo. Nella ripresa i ragazzi di Ripa alzano il ritmo e nei 20 minuti finali vanno a segno sei volte



9a Giornata
6 - 0

MARCATORI Saltalamacchia 17’ e 27 ‘ st, Vittorini 22’ st, Zappulla 25’ st, Aureli 33’ st, De Angelis 37’ st
URBETEVERE Mercadante 6, Paris 6,5 (17’ st Viti 6), Calisto 7,5, Aureli 7,5, Gamba 7 (36’ st Maggiolini sv), De Angelis 7, Marchionne 6,5 (18’ st Zappulla 6,5), Putrino 6,5, Simoes 6 (14’ st Saltalamacchia 7,5), Vittorini 7 (23’ st Cappai sv), Odorisio 7 (28’ st Frangella sv) PANCHINA Bianco ALLENATORE Ripa
POMEZIA Morellini 6,5 (30’ st Sofronii 5,5), Anglone 5,5, Salaris 5,5 (21’ st Belardi 5,5), Casale 6, Fatta 6, Spagnolo 5,5, Lochi 5,5, Santomauro 6 (9’ st Ilasca 5,5), Cirri 6, Meroni 6, Della Santa 5,5 PANCHINA Crisci ALLENATORE Cianfrocca
ARBITRO Guidi di Roma 1 
NOTE Ammoniti Casale (P), Santomauro (P). Angoli 8-3. Rec. 1’ pt, 0 st. Fuorigioco 1-0

L'Urbetevere vince 6-0L’Urbetevere travolge il Pomezia, tutti e sei i gol in un secondo tempo di fuoco In via della Pisana si scontrano Urbetevere e Pomezia, rispettivamente quarta e penultima nella classifica di un combattutissimo girone A. I padroni di casa, che vengono da tre risultati utili consecutivi, affrontano il match con un 4-3-3 a trazione ultra offensiva, che vede gli attaccanti supportati dalla spinta e dagli inserimenti delle due mezz’ali e dei due ottimi terzini. Di contro il Pomezia, al quale di certo la classifica fino ad oggi non sorride, si schiera con una rocciosa difesa a cinque, lasciando colpevolmente troppo isolata l’unica punta schierata da mister Cianfrocca.

Prima frazione La partita fatica ad entrare nel vivo, nonostante i padroni di casa sin dalle prime battute entrino nella difesa avversaria con azioni palla a terra, cercando soprattutto di creare la superiorità numerica sulle fasce. Nella prima metà del tempo è soprattutto l’esterno destro Marchionne a mettersi in evidenza, riuscendo ad arrivare due volte a tu per tu con il portiere avversario senza riuscire però a trovare il gol. La prima vera occasione si registra all’11’ quando l’ottimo Calisto, terzino sinistro di grandi qualità, impegna Morellini costringendolo a deviare in angolo una punizione dai venti metri. Il Pomezia non riesce ad uscire palla al piede dalla propria metà campo, e si trova obbligata a giocare di rimessa, rintanato spesso nella propria area di rigore. Sul finire di un tutto sommato noioso primo tempo è questa volta Gamba a sfiorare il gol per i gialli di via della Pisana, non riuscendo a trovare la porta da posizione ravvicinata a Morellini battuto. I ragazzi di Ripa continuano a spingere fino al recupero, ma Vittorini prima e Putrino poi sprecano altre due buone occasioni.

Ripresa L’Urbetevere ha bisogno dei tre punti per rimanere attaccata al gruppo di testa e lo fa capire subito. Già al 6’ infatti è Aureli, centrocampista di quantità e dall’ottima visione di gioco, ad impegnare il numero uno ospite con una rasoiata dalla distanza che si spegne di poco a lato; la scena si ripete al 10’, e l’esito è lo stesso. Dopo un quarto d’ora della ripresa i rossoblu iniziano a dare segnali di cedimento, le energie spese dai pontini si fanno sentire ed il pressing asfissiante, che aveva limitato il gioco dei padroni di casa, cala nettamente di intensità. Ripa si rende conto delle difficoltà avversarie e manda in campo Saltalamacchia al posto di uno spento Simoes e il neo-entrato ci mette solo 3' a far esplodere la tribuna. Calisto batte un fallo laterale dalla sinistra, la punta di casa riceve controllando splendidamente di petto, si gira nello stretto e spara un sinistro imparabile per Morellini.

La partita di fatto finisce qui Se da una parte, infatti, l’Urbetevere vede concretizzarsi gli sforzi fino a quel momento compiuti, dall’altra gli ospiti crollano sia fisicamente che psicologicamente. Appena 5' dopo è Vittorini infatti a punire la retroguardia avversaria, riuscendo a farsi gioco di Fatta e Morellini in un colpo solo, e siglando il 2-0 a porta vuota. Al 25’ è un altro giocatore entrato dalla panchina, Zappulla, che, approfittando di un’altra grandissima azione offensiva di Saltalamacchia, va in gol fissando il risultato sul 3 a 0. Succede tutto nel giro di 20', ed a sancire il risultato sul 6 a 0 finale ci pensano Saltalamacchia, ancora una volta assistito dal mancino magico di Calisto, Aureli con un eurogol da venticinque metri che si infila sotto l’incrocio, ed infine capitan De Angelis, lesto a finalizzare con un bel colpo di testa un cross che arriva da sinistra.

L’Urbetevere vista oggi all’opera ha tutte le carte in regola per arrivare con successo fino in fondo in questo girone: la solidità difensiva e la capacità di far girare il pallone durante l’arco di tutta la partita fanno sicuramente ben sperare mister Ripa in vista del big match che tra due settimane vedrà impegnati i suoi ragazzi contro il Savio al Vianello. Per quanto riguarda il Pomezia, invece, la partita di oggi non può essere certo un banco di prova adatto a giudicare la squadra, che dovrà lottare fino alla fine per evitare la retrocessione o la zona playoff. Ma la voglia mostrata dai rossoblu nel primo tempo è senza dubbio il punto positivo da cui ripartire già da sabato prossimo, quando fra le mura amiche sfideranno il Ladispoli.