Notizie

La 23° edizione delle Giornate Fai a Roma e nel Lazio

A partire da ieri un mix di appuntamenti imperdibili, con luoghi straordinari e diverse aperture inedite



Image titleConoscere e salvaguardare l’Arte, mediante un più approfondito percorso di consapevolezza: è questo il principale obiettivo che il Fondo Ambiente Italiano ha organizzato per il 21 e 22 marzo le Giornate FAI edizione 2015. Tantissimi i luoghi che verranno proposti dall’omonima associazione, schiudendo le porte a numerosi monumenti, in parte accessibili e talvolta inediti. Per quanto concerne il territorio della Città di Roma anzitutto, l’appuntamento di quest’anno si fa succulento, in quanto sono disponibili alla visita alcuni monumenti già aperti dal FAI nel recente passato e tornati alla pubblica visione a letterale furor di popolo. Accanto a questi “ritorni eccellenti” (come Palazzo Koch in Via Nazionale, odierna sede della Banca d'Italia), aprono al pubblico anche il Palazzo della BNL in Via Veneto e la Casa Madre dei Mutilati di Guerra. Interessante e curiosa anche l'apertura della sede RAI di Via Asiago: per tutti questi luoghi l'orario di apertura oggi andrà dalle ore 10,00 alle 17,00 con ingresso libero e corsie preferenziali per gli iscritti al FAI. Naturalmente ci sarà anche la possibilità, per chi lo volesse, di iscriversi in loco. Ambitissima la mèta di Palazzo Chigi, che ha registrato il tutto esaurito ben prima dell'apertura al pubblico. Ambitissimo anche il Foro Italico, con il Salone H, il Salone d'onore e la Palestra storica: qui nell'unica apertura della giornata di ieri si è tenuta l'esibizione degli allievi delle scuole di Ginnastica ritmica. Per quanto concerne invece il territorio della provincia di Roma spicca soprattutto  il Parco Villa Gregoriana di Tivoli che, tanto per ieri quanto per oggi apre dalle ore 10,00 alle 18,30, con visite guidate in lingua inglese a cura degli apprendisti ciceroni del Liceo Scientifico Spallanzani e dell'IPIAS Olivieri della città. Aperto anche Palazzo San Bernardino, sede del Municipio, dalle ore 10,00 alle 13,00: nel resto della regione infine va segnalata l'apertura al pubblico della storica e singolare Certosa di Trisulti, in Ciociaria, segnalata dal almeno diecimila persone come “luogo del cuore” ed in cui, a fare gli onori di casa, vi sarà l'associazione “Amici della Certosa di Trisulti”, cui si deve ultimamente il fortissimo impegno per il rilancio del monumento. Degne di segnalazione anche le mète prescelte per Viterbo (Convento della Trinità), Latina (Antiquarium comunale del Procoio e l'area archeologica dell'antica città di Satricum) e Rieti (Chiesa di S. Maria di Sesto e Terme di Vespasiono a Cittaducale e Chiesa di San Pietro ai Muricentro presso Montebuono).