Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

La Boreale supera il Tolfa con il minimo sforzo e scappa

I viola soffrono, ma vanno in fuga in prima posizione: decide la sfortunata autorete di Varchetta



10a Giornata - 09 nov 2014
1 - 0

MARCATORI Varchetta 14' pt aut. (TO) 

BOREALE Giorgi 7.5, Quadrani 6, Di Vincenzo 6.5, Gialli 6.5, Pagnottelli 7, Menna 7, Rizzo 6, Martino 6, Groos 6 (15' st Troccoli 6), Di Gennaro 5.5 (45'st Fia sv), Matarrelli 6 (32' st Alberghini sv) 6 PANCHINA Barretta, Filomena, Ferranti, Di Legge ALLENATORE Franceschini 

TOLFA Boriello 6, Paniccia 6 (7' st Testa 6), Gallinari 6, Martorelli 6, Varchetta 6, Carlini 6, Coletti 6 (30' st Smacchia 5.5), Toppi 6.5 (11' st Compagnucci 6), Bentivoglio 6, Cascianelli 6.5, Pasquini 6.5 PANCHINA Rossi, Sgamma, Mecucci, Marconi ALLENATORE Bentivoglio 

ARBITRO Vergaro di Bari, 6 

ASSISTENTI Parmigiano di Ostia e Ernetti di Roma 2 

NOTE Rigore fallito 45' st da Martino (BO) Ammoniti Fia Angoli 7-4 Rec. 0' pt – 3' st.

La Boreale scappaLa Boreale soffre, ma alla fine ce la fa. Al Trifoglio basta un autogol per sbrigare la pratica Tolfa e lanciare la squadra di Franceschini sempre più in alto. Rammarico per gli ospiti, che nell'arco dei 90' chiudono tutti gli spazi e nel secondo tempo sfiorano addirittura il colpaccio. La buona notizia per i viola arriva da Cerveteri, dove l'Atletico Vescovio vince contro i padroni di casa, permettendo alla Boreale di allungare a +5 sulla Guardia di Finanza, nuova vicecapolista.

Primo tempo. Gara molto tirata, come da pronostico, e pochissime occasioni da gol. Il Tolfa dimostra di essere una squadra rognosa e ben messa in campo da Bentivoglio. La Boreale non trova spazi, ma passa ugualmente in vantaggio al 14': è il numero 5 ospite Varchetta a trafiggere maldestramente il proprio portiere, nel tentativo di liberare l'area piccola su un cross dalla bandierina. Pochi minuti prima, il palo aveva negato a Groos la gioia del gol. Il Tolfa c'è e al 25' si vede in avanti con un colpo di testa di Martorelli, di poco a lato. Il pallino del gioco è comunque nelle mani della capolista. Al 27' dà segni di vita anche Di Gennaro, con un'acrobazia dal limite che, però, strappa solo applausi dalla tribuna. Finale di marca viola, con un paio diazioni pericolose sull'asse Rizzo – Groos, ma il risultato resta 1-0 fino all'intervallo.

Secondo tempo. Solo Tolfa nella ripresa. La Boreale non riesce a chiuderla neanche dal dischetto e il risultato balla pericolosamente fino all'ultimo. Sono gli ospiti a fare la partita nei secondi 45', collezionando almeno tre palle gol, ma il più delle volte la manovra biancorossa impatta contro il muro  viola a protezione del portiere Giorgi. Sui tre punti che la squadra di Franceschini porta faticosamente a casa c'è proprio il marchio dell'estremo difensore classe '84, che nel finale salva il risultato sul tiro da distanza ravvicinata di Bentivoglio. A metà ripresa ci aveva provato anche Testa ad impensierire il numero 1 avversario, con una volée da fuori area. Nel finale, Smacchia concede alla Boreale la chance di chiudere i giochi, atterrando Troccoli in area. Di Martino dal dischetto alza la mira e il Tolfa insegue il pari fino al triplice fischio, senza trovarlo. Dopo 3' di recupero, il signor Vergaro di Bari pone fine alle ostilità. E la Boreale è sempre più la regina del girone A.