Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

La Bovillense rimonta due volte il Guidonia

I padroni di casa si portano avanti prima con Trombetta e poi con Leone, ma i ciociari ottengono un prezioso 2-2



GUIDONIA - BOVILLENSE 2-2

MARCATORI
Trombetta 6’ pt (G), Mandarelli 11’ pt (B), Leone 30’ pt (G), Porcaro 34’ st (B) 

GUIDONIA Ruggini 6, Di Bagno 5 (44’ st Marcelli sv), Pieri 5.5, Chianelli 6, M. Deodati 5.5, Palermitano 5, Falcinelli 5.5, Bartoli 6.5, Trombetta 6.5, Leone 6.5 (27’ st Peri 5.5), Tucci 5 (37’ st Galluzzi sv) PANCHINA De Paolis, Di Mambro, Barone, Frezzotti 

BOVILLENSE Rea 6, Casillo 6, Teodorof 6, Capogna 5.5, Fabrizi 6, Mizzoni 6, Carfora 6.5, Lillo 6, Mandarelli 6.5 (18’ pt Ojerunce 5), Lucchetti 5.5 (13’ st Porcaro 6.5), Luffarelli 6 (7’ st Gemmiti 6) PANCHINA Del Zio, Mercuri, Cocco, Raffaelli, Marciano ALLENATORE Casimelli 

ARBITRO Campobasso di Formia, 5 

ASSISTENTI Robustelli e Iacopino di Albano 

NOTE Ammoniti Pieri, Carfora, Ruggini, Chianelli, Palermitano Angoli 0-6 Rec. 0’ pt, 4’st  

Uno scatto dal matchTermina 2-2 la gara tra Guidonia e Bovillense, risultato che forse sta stretto agli ospiti che hanno giocato decisamente meglio nella ripresa. Prima frazione di gioco divertente ed equilibrata, con ritmi molto alti, mentre nei secondi 45’ il Guidonia ha sofferto tanto e ha incassato al 34’ il definitivo pareggio. Insufficiente l’arbitraggio del signor Campobasso, che ha annullato un gol alla Bovillense probabilmente regolare e che ha lasciato a desiderare in diverse situazioni, scontentando tutti.  

Primo tempo. Ritmi subito alti, al 1’ il Guidonia si fa avanti con Falcinelli che si inserisce su un passaggio corto di Casillo, ma viene anticipato dal portiere che gli calcia il pallone addosso che si spegne sul fondo. Al 6’ i padroni di casa passano in vantaggio: lancio dalla difesa per Trombetta, che parte in posizione regolare con la retroguardia ospite che attua malissimo il fuorigioco e a tu per tu con Rea non sbaglia. Due minuti dopo la reazione della Bovillense con un tiro da fuori Mandarelli che non trova di poco lo specchio. All’11’ c’è il pareggio dei ciociari: sugli sviluppi di un calcio d’angolo la palla termina sui piedi di Mandarelli in area che mette alle spalle di Ruggini. Tutt’altro che perfetta la difesa del Guidonia in questa occasione. Non c’è un attimo di sosta e poco dopo i padroni di casa si rendono pericolosi con un cross di Leone che termina sul secondo palo dove Tucci cicca il pallone. Conclusione improvvisa di Leone dalla distanza al 16’ che termina di poco alta, mentre due giri d’orologio dopo la Bovillense perde per infortunio Mandarelli, al suo posto Ojerunce. Il nuovo vantaggio del Guidonia si concretizza alla mezz’ora: grandissima azione di Trombetta, che si libera di Fabrizi e scappa in velocità, intelligente pallone arretrato per Leone che elude con una finta Capogna e mette dentro con un tiro potente e preciso.  

Secondo tempo. La ripresa è un monologo della Bovillense: al 4’, ci prova dalla lunga distanza Casillo che per poco non trova l’eurogol. I ciociari hanno sempre in mano il gioco, senza però rendersi particolarmente pericolosi fino al 21’ quando viene annullata una rete a Carfora per un fuorigioco, non segnalato dall’assistente ma dal signor Campobasso, che dalla tribuna non sembrava assolutamente esserci. Cinque minuti dopo altro errore del direttore di gara che regala una punizione molto dubbia agli ospiti per un fallo di Falcinelli su Porcaro: s’incarica della battuta lo stesso Porcaro che calibra male. Si vede il Guidonia al 33’ con una rovesciata di Michele Deodati che non inquadra la porta. Un minuto dopo arriva il meritato pareggio dei ciociari: bella azione corale degli ospiti che liberano in area Carfora, ma Chianelli in scivolata gli toglie il pallone, sfortuna vuole che il difensore centrale serva involontariamente Porcaro che da posizione ravvicinata mette dentro. Ancora pericolosissima la Bovillense al 40’ quando Michele Deodati in area regala palla a Gemmiti, ma il numero diciassette conclude addosso al difensore centrale di casa. Altro clamoroso svarione del Guidonia poco dopo quando Di Bagno di testa anticipa Michele Deodati colpendo male e regalando la sfera a Ojerunce, che tenta il pallonetto su Ruggini, ma colpisce malissimo. Dopo 4’ di recupero il direttore di gara decreta la fine delle ostilità: il Guidonia dovrà al ritorno cercare di vincere in terra ciociara.