Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

La Capitolina Marconi non si ferma a Eboli

I gialloneri di Consalvo superano 4-1 il team campano e ribaltano il ko della gara di andata. In semifinale doppia sfida con i calabresi della Polisportiva Futura



CAPITOLINA MARCONI – FELDI EBOLI 4-1


MARCATORI
Angelini 24’pt (C), Rubei 30’pt (C), Langiano 15’st (C), Fratini 22’st (C), Angelini aut. 26’st (E)

CAPITOLINA MARCONI Mazzuca, Fratini, Bruni, Angelini, Lauri, Langiano, Rossi, Rubei, Petrucci, Hanout, Leandri, Di Matteo ALLENATORE Consalvo

FELDI EBOLI Costigliola, Civale, Vuolo, Santoro, Andreozzi, Busino, Mansi, Iannone, Esposito, Maggio, Nigro, Fabozzi ALLENATORE Cundari

ARBITRI Dante di Ciampino, Colombi di Tivoli

NOTE Ammoniti Angelini, Lauri, Langiano, Mansi, Esposito Falli 4-5, 4-1 Rec. 2’pt – 2’st


Federico MazzucaMissione compiuta. La Capitolina supera 4-1 l’Eboli e ribalta il 4-2 subito all’andata in terra campana. Una rimonta che permette alla formazione di Consalvo di strappare il pass per le semifinali, dove ad attenderla ci sono i calabresi della Polisportiva Futura.


Primo tempo. Il match inizia sul copione più prevedibile. La Capitolina parte in avanti, mentre l’Eboli si chiude in difesa e riparte sempre con grande efficacia. Al 4’ sono gli ospiti a rendersi pericolosi con Busino, che calcia alto da buona posizione. La reazione giallonera arriva da Fratini che per due volte manda di poco sul fondo un preciso assist di Rubei. Al 7’ Angelini calcia dal limite, ma Costigliola mentre in corner, mentre un minuto più tardi, sulla solita ripartenza, Busino centra il palo esterno. Al 10’ Rubei intercetta la sfera, punta il portiere ospite e cerca il pallonetto, che sorvola la traversa. Ancora Capitolina in avanti con Fratini, ben neutralizzato da Costigliola, e Petrucci, che centra in pieno il palo. Nella fase centrale del primo tempo, la Capitolina rifiata e l’Eboli si fa vedere in avanti con più pericolosità: al 13’ Mazzuca salva in uscita su Andreozzi, la sfera termina a Esposito che calcia a porta vuota, ma è provvidenziale il recupero di Rossi, che sventa la palla sulla linea di porta. Al 15’ Mazzuca respinge il diagonale di Maggio, mentre al 21’ altra incursione pericolosa dell’Eboli, ma Esposito sul secondo palo manda malamente sull’esterno della rete. La Capitolina riprende in mano le operazioni e al 24’ passa in vantaggio: triangolo Angelini – Rubei –Angelini e il numero 4 capitolino insacca dal limite dell’area. Il team di Consalvo continua a spingere e, dopo una parata di Costigliola su Petrucci, arriva il raddoppio con Rubei, che devia di testa una palla tesa di Angelini.


Secondo tempo. Il 2-0 mantiene tutto in equilibrio, ma la Capitolina vuole subito mettere le mani sulla qualificazione. Fratini e Lauri sfiorano il tris, mentre l’Eboli risponde con una imbucata di Andreozzi, sventata in uscita da Mazzuca. I padroni di casa insistono nella loro azione e al 15’ Lauri dal fondo mette in area per Langiano, che deve solo toccare in rete la palla del 3-0. Al 17’ Mazzuca pesca con le mani Rubei, che controlla e manda di poco sul fondo, mentre poco dopo è Lauri a non inquadrare lo specchio. L’Eboli prova ad alleggerire la pressione con Andreozzi e Maggio, ma Mazzuca non si fa trovare impreparato. Al 22’ la Capitolina cala il poker: lancio di Mazzuca, controllo di Fratini che, in diagonale, supera un incerto Costagliola. Con due reti da rimontare, Cundari non può fare altro che inserire Santoro come portiere di movimento. I campani mettono sotto pressione la Capitolina, ma nonostante il possesso palla, non riescono a creare grossi pericoli. Il gol che riapre la gara, infatti, arriva in maniera del tutto fortuita. Al 26’ Esposito calcia in area un corner, la palla sbatte contro il tacco di Angelini e si insacca beffardamente sul palo opposto. La rete cambia l’inerzia della gara con l’Eboli che torna a credere nei supplementari. Al 28’, però, è proprio Santoro a tenere a galla i suoi con una grande parata sulla botta a colpo sicuro di Fratini. Nel finale i campani ci provano con Esposito e Santoro, ma Mazzuca mette al sicuro la qualificazione. L’ultima occasione dell’Eboli arriva al 31’: Santoro riceva sulla destra e di punta manda la sfera sull’esterno della rete. Un istante prima del triplice fischio che manda la Capitolina in semifinale.