Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

La Carlisport Cogianco col Salinis per continuare a sognare

La formazione di mister Micheli vuole proseguire il suo momento positivo, dopo a grande vittoria contro la capolista



Image titleEsattamente una settimana fa, in queste ore, il pubblico del PalaCesaroni poteva applaudire una squadra da sogno, quella Carlisport Cogianco capace di surclassare il Belvedere capolista e portare dalla sua parte l’ago della bilancia della promozione. Ora, più che mai, il destino è in mano agli uomini di mister Mauro Micheli che vincendo le ultime sette partite di campionato potranno festeggiare il salto nell’agoniata serie A indipendentemente dai risultati delle concorrenti. Il percorso, però, è durissimo e domani forse c’è la prova più spinosa: i castellani, infatti, sono attesi da quella Salinis che all’andata diede al PalaCesaroni un’amarezza notevole imponendosi per 4-3 nel finale di una gara elettrica. Squadra forte e quarta con pieno merito a soli cinque punti di distanza dalla Carlisport Cogianco, la compagine pugliese può contare su individualità di spicco come quella di Nardacchione e Perri, ma anche su tutta una serie di ottimi giocatori come il portiere Lopopolo. Si giocherà a Barletta per favorire la differita televisiva: per la prima volta in stagione, infatti, la Carlisport Cogianco finirà sotto i riflettori di Rai Sport 1 (a partire dalle 22,35), anche per questo l’inizio della gara è stato spostato alle ore 19 (vi daremo aggiornamenti come sempre sulla nostra pagina Fb ufficiale). Gli arbitri, stavolta, saranno tre: si tratta di Fabio Pagliarulo (Napoli), Enrico Pagano (Torre Annunziata) e del “terzo uomo” Salvatore Minichini (Ercolano), con al cronometro Nicola Maria Manzione (Salerno).

Non resta che attendere il verdetto del campo: la Carlisport Cogianco dovrà contare solo ed esclusivamente sulle sue forze anche perché difficilmente l’Atletico Belvedere regalerà punti in questo turno, ospitando il Policoro. Per questo servirà un’altra serata speciale, esattamente come una settimana fa a quest’ora.