Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

La Carlisport Cogianco è in semifinale

Nonostante le difficoltà del caso la qualificazione non è mai stata messa in discussione e il 3-2 finale in favore della squadra di mister Esposito riflette come i ragazzi abbiano saputo emergere dalle complessità e addirittura aggiudicarsi la vittoria



La Carlisport CogiancoI quarti di finale sono anch’essi archiviati e la Carlisport Cogianco vive il sogno di trovarsi meritatamente tra le prime quattro squadre in Italia. In casa dell’Acireale, accolti da un clima rovente che ha portato anche alla sospensione del match per alcuni minuti, i ragazzi di Esposito sono andati oltre la tensione, oltre le provocazioni e hanno scavalcato l’ennesimo ostacolo soffrendo ma lottando fino all’ultimo. Nonostante le difficoltà del caso la qualificazione non è mai stata messa in discussione e il 3-2 finale in favore della squadra di mister Esposito riflette come i ragazzi abbiano saputo emergere dalle complessità e addirittura aggiudicarsi la vittoria. La partita è carica di aspettative che si tramutano in tensione appena le squadre mettono piede in campo. Nel primo tempo tanta confusione e poca lucidità, con l’Acireale che cerca di fare la partita senza però trovare ordine e la Carlisport Cogianco che si difende bene e controlla le offensive avversarie. Da segnalare due salvataggi sulla linea di porta ad opera di Fusari e Konov che negano il gol alla squadra di casa. A 4’ dalla fine del primo tempo poi Samuele Datti trova un gol importantissimo che per un attimo spegne l’euforia avversaria. Nel secondo tempo la partita viene sospesa dopo circa 5’ per il lancio di diverse bottigliette di plastica in campo, sospensione che dura fino a quando tutto non torna quantomeno nella normalità che permette di ricominciare a giocare. Dopo 2’ dalla ripresa del gioco l’Acireale trova il pareggio con Pennisi, riportando a tre le reti di svantaggio. La Carlisport Cogianco nonostante il vantaggio complessivo nelle due gare accusa il colpo e per qualche minuto subisce l’iniziativa avversaria. Konov si divora un gol fatto e le difficoltà continuano. Difficoltà che diventano sofferenza quando Martinelli viene espulso dal campo lasciando i suoi con un uomo in meno. La Carlisport Cogianco tiene bene nei due minuti in inferiorità numerica e riesce a mantenere il risultato in parità anche grazie ad un grande intervento di Del Ferraro. L’Acireale a 7’15” dalla fine adotta il portiere di movimento con la speranza di smuovere l’ottima difesa ospite ma a subire è proprio lei, con il gol di Lucas che riporta la squadra romana sul 2-1. L’Acireale non ci sta e con Musumeci pareggia nuovamente i conti. A sancire però la riuscita dell’impresa è la firma di Raubo, che con un tocco di punta a prendere in controtempo il portiere segna il 3-2 e cancella definitivamente le ultime speranze di qualificazione dell’Acireale. In semifinale adesso la Carlisport Cogianco incontrerà La Cascina Orte, vincitrice del girone M che nei quarti si è sbarazzata della Golden Eagle Partenope.