Notizie
Categorie: Altri sport

La cittadina che ha dato i natali a Leonardo ha accolto con grande entusiasmo gli azzurri

La Nazionale, all'interno della manifestazione "Genio Gioco" ha dato spettacolo davanti a circa 2000 spettatori



Vinci ha stretto in un fortissimo abbraccio la Nazionale di rugby a XIII. Nel fine settimana appena messo alle spalle, la Federazione Italiana Rugby Football League (Firfl) ha organizzato un raduno nella cittadina toscana, inserendo alcuni eventi nell’ambito della splendida manifestazione “Genio Gioco”, dedicata a Leonardo e La Nazionale maggioreormai felice tradizione per il paese in provincia di Firenze. Si è cominciato venerdì col raduno presso il Golf Club Bellosguardo dove si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del doppio evento sportivo che ha caratterizzato il sabato: la partita in famiglia tra due selezioni azzurre giovanili (Under 19) e poi la sfida tra la Nazionale maggiore e una selezione denominata “I 13 del Presidente”, composta da diversi giocatori italiani e stranieri provenienti dal rugby a XV e che in molti casi hanno già “saggiato” il rugby a XIII. «Innanzittutto siamo molto soddisfatti di come sono andate le cose a livello organizzativo – dice Luigi Ferraro, responsabile tecnico della Firfl – e aver giocato le due partite del sabato in uno stadio comunale di Vinci praticamente esaurito (circa duemila persone presenti, ndr) non può che far bene alla crescita del nostro movimento. A livello sportivo, inoltre, è molto importante organizzare raduni di questo tipo per avere una visione d’insieme su tutto il gruppo dei ragazzi. Per quanto riguarda la selezione giovanile, abbiamo notato che i ragazzi stanno lavorando molto e migliorano dal punto di vista dei fondamentali. La loro crescita è fondamentale per poter costruire un’ossatura importante per la Nazionale del futuro. Siamo molto soddisfatti anche del profondo impegno Le giovanili azzurremostrato dai ragazzi della Nazionale maggiore che hanno provato a mettere in pratica i concetti di gioco chiesti dall’allenatore capo Tyron Sterry e che hanno mostrato una grande voglia di ben figurare. Ci auguriamo di poter ripetere frequentemente appuntamenti di questo tipo nel prossimo futuro». Al termine del doppio incontro del sabato, spazio a una cena di gala presso il quartier generale del Golf Club Bellosguardo, poi domenica una delegazione della Federleague ha presenziato presso uno stand ad hoc alla manifestazione “Genio Gioco”.