Notizie
Categorie: Lega Pro - Nazionali

La doppietta di uno scatenato Moras fa sorridere la Lupa Roma nel test match contro il Cynthia

Finisce 1-2 al Comunale di Genzano dove, per i padroni di casa, andrà a segno il nuovo arrivato Laghigna



Può essere un’amichevole di precampionato, un test estivo o una semplice partita tra amici. Ma chi mastica calcio lo sa bene: quando si entra in campo nessuno vuol perdere. Cynthia-Lupa Roma è probabilmente l’esempio perfetto di questo discorso. Al comunale di Genzano (in una bella cornice di pubblico) vince la Lupa Roma per 1-2, trascinata da un grande Moras, ma il Cynthia del tecnico Rughetti non ha sfigurato e anzi, ha dato vita davvero ad una buona gara sfiorando addirittura il pareggio nel finale. 

Moras, sua la doppietta che stende il Cynthia ©Fabio Alfano di Activa FotoPrima frazione. Partono benissimo i padroni di casa che dopo appena dieci minuti potrebbero portarsi in vantaggio con Laghigna che da buona posizione spara alto con il mancino. Il match è piacevole, le due squadre si affrontano a viso aperto e al 26’ sarà clamorosa l’occasione per la Lupa Roma: Testardi approfitta di un errore di Leccese, s’invola a tu per tu con il Scarfagna, ma l’estremo difensore di casa lo ipnotizza e con un miracolo riesce a deviare la sfera (la sensazione però è che la punta di mister Cucciari avrebbe potuto fare sicuramente meglio). Questo sarà soltanto il preludio del gol che arriverà dieci minuti più tardi. Raffaello dalla mediana fa partire un grandissimo lancio per il taglio di Moras che si ritrova solo davanti al portiere e non sbaglia il tiro del vantaggio: 0-1. Il gol tramortisce i castellani che sembrano accusare il colpo e la Lupa di Cucciari infierisce al 41’ ancora con Moras che intercetta un disimpegno completamente sbagliato di Leccese (in giornata no) e appoggia in rete il più facile dei gol.

Partita vera anche nella ripresa ©Fabio Alfano di Activa FotoSecondo tempo. Dopo i consueti stravolgimenti di formazione, comincia la ripresa e il Cynthia parte subito bene accorciando le distanze intorno al 15’ con Erik Laghigna che si guadagna e trasforma un calcio di rigore riportando in gara la sua squadra. I padroni di casa nella seconda frazione dovranno fare i conti con Perrulli, nemico numero uno per la porta di Scarsella: l’attaccante prima sfiora il gol con una conclusione da centrocampo che per poco non s’insacca alle spalle del portiere e dopo strappa gli applausi del pubblico colpendo una traversa clamorosa direttamente su una punizione a dir poco magistrale. Insomma, la Lupa spinge, il tris sembra veramente ad un passo ma nei minuti finali il Cynthia va vicinissimo al 2-2 con Di Bartolomeo, che al 44’ entra in area dalla sinistra ma invece di tirare decide di saltare il portiere e cercare un difficile assist per un compagno a rimorchio che non c’è e la difesa della Lupa Roma allontana. Questa sarà l’ultima occasione da gol: Il tecnico Rughetti può ritenersi soddisfatto della prestazione dei  suoi, ma la sensazione è che il Cynthia possa migliorare molto, soprattutto nel reparto difensivo. Per quanto riguarda la Lupa Roma la fatica si è fatta sentire, la squadra deve smaltire ancora i carichi di lavoro è chiaro, ma i primi segnali sono senza dubbio positivi.