Notizie
Categorie: Giovanili

La formazione pontina supera di misura i rossoblu di via del Baiardo e porta a casa il trofeo

Dopo un match combattuto ed equilibrato decide la rete di Barberini a metà ripresa



MARCATORI Barberini 14’st

APRILIA Lorello Morelli, Tshimanga (8’st Ranucci), Severa, Silvestri (25’st Bertucci), Basile (32’st Bello L.), Dalla Nora, Barberini, Catanzaro (10’st Montefusco), Squezatni, Santovito PANCHINA Bello S. ALLENATORE Bussi

TOR DI QUINTO Bianco, Monetta, Righetti, Camponeschi, Di Mambro, Nobili (36’st Ieritano) , Fortuna, Candino (20’st Falco), Tonanzi, Centanni (21’st Fiocchetta), Gnignera PANCHINA Carbone, Dedosi, Ratto, Sica ALLENATORE Tirillò

NOTE Ammoniti Silvestri, Barberini, Montefusco, Di Mambro, Fiocchetta Angoli 7-3 Rec. 1’pt – 3’st

Gioia Aprilia photosportroma.it La ventinovesima edizione del trofeo Federico Marinetti ha trovato la sua regina ed è l’Aprilia del tecnico Bussi che nell’ultimo atto del torneo andato in scena a Grottaferrata stende il Tor di Quinto per 1-0 e scrive il suo nome nell’albo d’oro della manifestazione. Una partita che nonostante il tanto caldo ha saputo comunque divertire il pubblico accorso in quel di Grottaferrata: dopo il fischio iniziale dell’arbitro il primo sussulto arriva al 4’. Sulla destra è ottimo lo spunto di Dalla Nora che fa partire un buon cross che trova pronto sul limite dell’area Barberini ma la conclusione del numero 8 termina sul palo. Passata la paura il Tor di Quinto reagisce e sfiora il vantaggio cinque minuti dopo con una splendida conclusione di Candino dai 25 metri con la sfera che centra in pieno la traversa per la disperazione dei compagni. La sfortuna per la compagine di Tirillò però continua e al 18’ è Gnignera a centrare il legno con un bel piattone destro a Lorello battuto. Con la cronaca passiamo alla seconda frazione: il Tor di Quinto comincia molto bene e si rende pericolo dopo neanche tre minuti di gioco con Tonanzi che entra bene in area dalla sinistra e colpisce a botta sicura con Lorello che risponde presente. La partita è aperta ed equilibrata, le squadre si affrontano a viso aperto ma al 14’ arrivano brutte notizie per il Tor di Quinto: calcio d’angolo dalla destra, Bianco chiama il pallone ma manca completamente l’uscita e per Barberini è tutto facile: tap-in a porta vuota e 1-0. La gara ormai sembra in discesa per l’Aprilia, ma i ragazzi di Tirillò dimostrano tanto cuore e per poco non trovano il pari al 33’: punizione dai 28 metri, palla tesa verso il dischetto del rigore, Tonanzi trova un ottimo colpo di testa ma Lorello è semplicemente straordinario nel deviare il cuoio sulla traversa. Questa sarà l’ultima vera occasione da gol e dopo tre minuti l’arbitro manda tutti sotto la doccia: per l’Aprilia inizia la festa.