Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

La Forte Colleferro mette le mani sul campionato

La formazione lepina supera 7-2 il Nazareth e consolida la prima posizione a tre gare dalla fine



FORTE COLLEFERRO - NAZARETH 7-2

MARCATORI Forte (3), Mosti, Hamazawa, Graziani , Tetti, Ferrajolo D., Taraddei

FORTE COLLEFERRO Tantari, Parenti, Archilletti, Forte S.,Felici , Mosti, Hamazawa, Navarra,Alteri, Graziani, Merlo, Tetti ALLENATORE Forte

NAZARETH Mannozzi, Bonanno, Taraddei, Grande, Mohammad Reza, Ferrajolo D., Noto La Favia, Zeppa, Bascià, Ferrajolo A., Patruno ALLENATORE Moresi

Un momento della sfidaOstacolo importante sulla strada della Forte Colleferro nella dodicesima giornata del Girone di ritorno. Il Nazareth che, con i suoi 53 punti, rappresenta una delle formazioni del quartetto che insegue la capolista e che è stata, insieme ai colleferrini, l’assoluta protagonista del girone di andata. La Forte si gioca contro i ragazzi di Centocelle la possibilità di riportarsi a +4 dall’Aniene, approfittando del turno di riposo dei romani, e di mettere una seria ipoteca sul campionato. Partita, quindi tutta da giocare in un Palaromboli con una buona presenza di pubblico, nonostante orario e giornata  infrasettimanale.


Primo tempo. Il fischio di inizio trova in campo Tantari tra i pali, Stefano Forte ultimo, Hamazawa e Tetti laterali e Bomberino Navarra pivot. Paolo Forte ha preparato la gara nei minimi dettagli e la squadra risponde con puntualità e precisione. I ragazzini terribili di Colleferro sanno in ogni momento dove stare e cosa fare e in meno di metà tempo la gara è ormai solidamente nelle loro mani, nonostante il valore e la determinazione degli avversari, scesi al Palaromboli con la ferma intenzione di non tornare a Roma a mani vuote. E’ Hamazawa che apre le danze al 4’ con un tiro imprendibile che finisce alle spalle di Mannozzi che, nonostante l’età non più verdissima, con le sue parate terrà in gara il Nazareth fino alla fine. Capitan Forte inizia la sua sfida a distanza per lo scettro di miglior realizzatore con Sancamillo, segnando la prima delle sue tre reti all’11’. Due minuti dopo Fabio Navarra riceve palla e triangola alla perfezione con Lorenzo Tetti, mettendolo solo in grado di battere a rete, in una azione da manuale del futsal che rasenta la perfezione. 3 a 0 al 13’ e Nazareth che sembra incapace di reagire al possesso palla e alla velocità della Forte. C’è gloria anche per “Ciccio” Graziani per siglare, a pochi secondi dalla fine del tempo, la quarta rete del match e la propria segnatura numero 5 in stagione.


Secondo tempo. Giorgio Mosti non lascia trascorrere neppure tre minuti e scrive il proprio nome sul tabellino dei marcatori con la rete numero cinque. Il Nazarteh ha, però, un moto di orgoglio e, complice un comprensibile lieve calo di concentrazione da parte dei padroni di casa, tenta di riaprire con orgoglio il match. In cinque minuti ( 10’ e 15’) gli ospiti beffano per ben due volte Jacopo Tantari, con Davide Ferrajolo e Taraddei, a dimostrazione che la squadra di Centocelle non vuole alzare bandiera bianca sino all’ultimo minuto di gioco. La gara si accende e, oltre alla tecnica, entra in gioco in più di una occasione anche il fisico dei protagonisti in campo. Gara maschia quindi sino a quando Stefano Forte decide di mandare, definitivamente, i titoli di coda. Botta dalla distanza e tiro dai dieci metri, decretato al sesto fallo degli ospiti, portano il risultato finale sul 7 a 2 per la Forte e il vantaggio sugli immediati inseguitori in classifica a + 4. Con le tre reti di oggi Stefano Forte raggiunge Antonio Sancamillo al primo posto della classifica dei marcatori a quota 45 e saranno gli ultimi 180’ del campionato a decretare chi si allaccerà la scarpa d’oro 2014/2015.


Il commento. Gara bella, entusiasmante, dura al limite del regolamento, ma corretta e avvincente. Le due formazioni hanno confermato di essere tra le protagoniste del torneo, dandosi battaglia e regalando al pubblico presente una bella serata di sport e di calcio a cinque. La Forte è un meccanismo perfetto. Paolo Forte ha realizzato il suo ennesimo capolavoro. I quattro fuoriclasse sui quali era stata costruita l’intelaiatura della squadra, per motivi diversi sono usciti dal gruppo e il Mister si è visto costretto a rimodellare in corsa la sua creatura. E i risultati gli stanno dando ampiamente ragione. Oggi i Leoni del Palaromboli sono formazione compatta, che gioca un ottimo calcio a cinque non dando punti di riferimento agli avversari e che si è calata perfettamente nella categoria, divenendone, a tre gare dalla fine della regular season, assoluta e indiscussa protagonista. Con una età media inferiore alle venti primavere la Forte Colleferro è la squadra più giovane del Futsal regionale e può giocare con i piedi nel presente, ma con uno sguardo decisamente puntato al futuro. Tra le tante individualità, un plauso va sicuramente a Fabio Navarra. “Bomberino”, oggi titolare indiscusso, ha regalato alla squadra quel tasso di determinazione e di grinta che rappresenta il sale di questa categoria. Grande prova anche di Ryohei Hamazawa. Il nipponico su queste superfici è devastante e rappresenta una garanzia di sicurezza e dinamismo: un autentico valore aggiunto insieme all’inaspettato bomber Stefano Forte che, all’inizio di stagione nessuno immaginava in grado di raggiungere questa straordinaria media realizzativa che lo proietta al primo posto della classifica marcatori del Girone F con 45 segnature e al secondo posto assoluto tra i migliori realizzatori di tutti e sette i Gironi della Serie D romana. Adesso, però,tutte le attenzioni vanno alla insidiosa trasferta di Cave, dove i colleferrini sono attesi da un avversario da prendere con le molle e dove una vittoria potrebbe essere di importanza fondamentale in funzione dell’esito finale del torneo.