Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

La Forte Colleferro muove i primi passi: preso Alessio Sinibaldi

La neonata compagine del PalaRomboli mette a segno il primo colpo del suo mercato: "Orgoglioso di far parte di questo progetto"



Alessio SinibaldiC’è un calcio che ci piace, quello che tutti noi sogniamo. Un calcio fatto di sentimenti, di onore, di progetti veri e non legati allo sponsor di turno. Un calcio che qualcuno definirebbe “d’altri tempi”. Ma è proprio in virtù di questo concetto di calcio antico e nobile, che Alessio Sinibaldi, talentuoso attaccante di Gavignano, uno dei migliori giovani emersi nello scorso Campionato di serie B, sceglie di rinunciare alle sirene di tante squadre blasonate che lo hanno cercato in questi giorni, da quando era cominciata a circolare la notizia del mancato accordo con la nuova dirigenza del Prato Rinaldo, per affiancare il suo maestro, Paolo Forte, nella creazione della Prima Squadra della Polisportiva Forte Colleferro.

“Sono orgoglioso della stima che Mister Forte ha dimostrato nei miei confronti – esordisce il bomber lepino – chiedendomi di essere la “prima pietra” di questo nuovo progetto che ci vedrà protagonisti nella stagione che va ad iniziare. Fino a ieri ero uno degli “under” della squadra e guardavo con ammirazione Campioni come Guerra, Nica, Nenè o Colaceci, cercando di rubare con gli occhi la loro esperienza e le loro giocate e oggi mi trovo catapultato in una realtà in cui dovrò presumibilmente fare da chioccia ai tantissimi giovani che si sono stretti intorno a Paolo Forte! Una responsabilità, ma anche un grande stimolo che va al di la delle parole.


”Quali sono le motivazioni alla base di questa scelta?

“Innanzitutto la considerazione che ho nei confronti di Paolo, che considero un maestro che mi ha insegnato ad amare questo sport e a giocarlo nel modo migliore per esaltare le mie qualità tecniche e caratteriali. Con lui ho raggiunto il traguardo di giocare da protagonista le Final Eight di serie B e di scendere in campo nei – purtroppo sfortunati – play off per la promozione in Serie A2. E poi perché ritrovo un gruppo di persone serie e preparate che ho avuto modo di apprezzare per la loro professionalità e che sono sicuro rappresentano la garanzia del successo di questo splendido progetto.”


Con che spirito un giocatore “importante” come te, che ha anche vestito la maglia azzurra, affronterà un Campionato insieme a tantissimi giovani?

“Mi fa sorridere il fatto di essere considerato il “vecchietto” della squadra a meno di venticinque anni! Ma credo di poter ricoprire al meglio il ruolo di punto di riferimento che mi chiede il Mister. E poi, quando si scende in campo non conta ne’ la categoria ne’ la carta di identità di chi gioca. Si scende in campo per vincere e per onorare la maglia che si indossa. E questo cercherò di fare. Vengo alla Forte Colleferro per vincere e fare gol. Senza chiedere rimborsi, ma disposto a dare tutto quello che posso per questa maglia, questi amici, questi colori.”