Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

La Forte scalda i motori in attesa del via

La società lepina ha preso parte ad un triangolare con Città di Cave e Virtus Ceccano



Image titleTriangolare di Valmontone, organizzato da Città di Cave con la partecipazione di Forte Colleferro e Virtus Ceccano. Qualità assicurata da due formazioni di C2 ( che, tra l’altro, si affronteranno tra cinque settimane nel primo turno di Coppa ) e da una di D con organico, staff tecnico e ambizioni da immediato salto di categoria. Paolo Forte ha a disposizione la rosa al completo, con l’unica eccezione di Mario Graziani che assiste alla manifestazione dalla tribuna. Formula standard con tre minimatch da 30’ ciascuno e con la perdente della prima gara che affronterà la formazione rimasta, in gara 2. A rimarcare il carattere amichevole della giornata, niente calci di rigore in caso di parità e nessun vincitore ufficiale al termine. 


Forte Colleferro - Virtus Ceccano. I lepini scendono in campo con Tantari tra i pali, Capitan Forte, Hamazawa, Fabio Navarra e “bomber” Colaceci. La squadra soffre nella prima parte le dimensioni ridotte del campo e l’aggressività degli avversari, ma poi, gradatamente, si assesta e prende le misure a terreno di gioco e avversari. Forte sfrutta in più occasioni Tantari come portiere di movimento e la Forte costruisce occasioni a ripetizioni e giocate di gran livello. In rete Hamazawa, con un delizioso tocco da sotto e doppietta di uno scatenato Stefano Felici, già in forma campionato. Inutile la rete dei ciociari che serve solo ad alleviare il pesante passivo. 


Città di Cave - Forte Colleferro. La vittoria del Città di Cave nel secondo minimatch rende questa frazione una finale a tutti gli effetti. Forte sostituisce Tantari con Parenti e, come nella prima parte, fa ruotare tutti i giocatori a disposizione. Il Città di Cave conferma le impressioni date nel confronto con i ciociari. Squadra esperta con tutti giocatori di categoria superiore, ben messi in campo da Elio Manni e completa in ogni reparto. Passano in vantaggio i padroni di casa, ma Hamazawa rimette le cose a posto con un eurogol dal vertice destro che non lascia scampo all’attonito estremo difensore avversario. E sempre su assist del giocatore nipponico, è il solito Felici che con un preciso tap-in la mette in rete. E’ ancora Cave però che passa. Palla alle spalle di Parenti ed ancora squadre in parità. Gioco fluido, azioni ed occasioni a ripetizione. Come sempre è la Forte che fa la gara, sciorinando la sua migliore organizzazione di gioco e il Città di Cave che gioca sulle ripartenze e sulle verticalizzazioni, sfruttando l’imprevedibilità di Marco Alteri e il buon stato di forma dei suoi compagni. La Forte si fa ancora avanti e con Stefano Forte realizza su calcio di rigore concesso per fallo di mano di un difensore avversario. Trasformazione perfetta del capitano e Forte che fa 3 a 2. Ma il Cave ci tiene ad onorare questa manifestazione e con un tiro da lontano sorprende Alfredo Parenti e fissa il risultato finale sul 3 a 3. Abbracci e reciproci “in bocca al lupo” al termine della gara e scambio di complimenti tra i due sportivissimi Mister, che affronteranno la stagione da sicuri protagonisti nelle rispettive competizioni. 


Il commento. Dopo l’esperienza vincente in Serie D, Paolo Forte ha a disposizione una rosa completa in tutti i reparti. L’arrivo di Colaceci, Santia, Valenzi e Giorgi, unito alla straordinaria maturazione di Navarra e Felici, completa un roster in grado di offrire al Mister lepino diverse soluzioni di gioco sia a tavolino che a gara in corso. Sarà dura per Forte scegliere chi mandare in campo e chi, invece, sarà sacrificato in tribuna, ma l’esperienza dell’uomo e la sua innegabile capacità di gestione dello spogliatoio sono la migliore garanzia per una stagione di qualità. Certamente il girone è difficile e sono tante le squadre che ambiscono al salto di categoria nella massima serie regionale, ma altrettanto certamente, la Forte Colleferro, nonostante sia, sulla carta, una matricola, sarà tra queste a recitare un ruolo da sicura protagonista.