Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

La Futsal Isola scala la classifica: 4-0 all'Odissea 2000

La formazione aeroportuale vince nettamente e sale in quinta posizione: doppiette per Moreira e Lutta



Poker per la Futsal IsolaLa Futsal Isola infila il quinto risultato utile di fila e sfrutta gli incastri della nona giornata per agganciare l’Augusta al quinto posto nel campionato di A2: un sogno solo un mese fa. Al PalaToLive, per l’ennesima indisponibilità del Pala Mirko Fersini, gli Oranje si giocano una fetta importante di credibilità. Contro l’Odissea 2000 conta vincere per dare continuità ai risultati, staccare ancora la zona play out e avvicinarsi il più possibile a quella play off che significa mezza salvezza. Va così. L’Isola gioca da grande, tiene a bada i calabresi, li fa girare a vuoto, non rischia praticamente mai e colpisce al momento giusto. Cinica e spavalda. Uno spettacolo. Quattro zero targato Moreira-Lutta (una doppietta per uno). Una prova di forza impressionante. Rischi zero e tanta tanta sostanza. Pochi fronzoli. Ognuno mette il suo. Nessuno tira indietro la gamba. Tutti uniti per la vittoria. L’Isola operaia è uno sballo. Ora la sosta fa meno paura. 


La partita. Padroni di casa con i soliti infortuni cronici. La distinta dice Mongelli, Lutta, Luiz, Djelveh, Marchetti, Emer, Milani, Zoppo, Basile, Moreira, Yoshifumi, Mazzuca. Ospiti con Russo, i due Calabretta (Antonio E Andrea), Dell'Andrea, Sapia, Ambrosio, Lemme, Milito, Scervino, Casacchia, Everton Sartori. L’Isola parte bene. Gira palla, rischia poco e aspetta che l’Odissea metta la testa fuori dall’area per colpire. Quando lo fa sono brividi. Zoppo scalda le mani a Sapia in avvio con un tiraccio teso dal limite. Moreira lo imita: palla sul palo. Marchetti fa venire ancora l’aureola a Sapia: il laterale Blancos (Isola ancora con la maglietta total white) ruba palla, si invola e calcia, il portiere ospite è bravissimo. I padroni di casa macinano azioni, ma la palla fa le bizze. Minuto 14 e spiccioli, Luiz dalla destra spara il missile, palo esterno. Il brasiliano si ripete un paio di minuti dopo: Emer lo serve, tiro dal limite, altro palo. Una macumba. A 1.56 dalla prima sirena la svolta: Emer in versione assistman stavolta serve Moreira. Il brasiliano riceve al centro e non sbaglia. Uno a zero e tutti negli spogliatoi. PalaToLive in delirio. 


Secondo tempo. L’Isola rientra in palla. L’Odissea se ne sta ranicchiata dietro e si vede poco. I primi cinque minuti volano senza troppi patemi d’animo. Ci pensa ancora Moreira a spezzare la routine: Luiz al centro per il pivot Blancos che carica il destro e spara: Sapia può solo guardare. Due a zero. I padroni di casa controllano e quando possono colpiscono. Basile lancia per Moreira. Il brasiliano addomestica il pallone e lo serve a Lutta che sulla sinistra scarta un paio d’avversari e calcia: diagonale da urlo e tre a zero sul tabellone. Che gol. L’Odissea si vede solo a metà ripresa: Scavino sulla sinistra si invola, Basile si guadagna la pagnotta e chiude la porta. Ancora Isola: Lutta sulla destra mette in mezzo, Yoshi ci arriva con il petto, ancora palo (il quarto). A quattro dal termine Everton prova a riaprirla ma Basile è bravissimo a non farsi ipnotizzare da due passi. I calabresi giocano la carta del portiere di movimento, Emer in ripartenza quasi li purga: straordinario Everton nei panni di Sapia a prenderla con le mani. A uno e sette dal termine il quattro a zero: Marchetti si invola, mezza Odissea va a prenderlo e si dimentica di Lutta, palla al quattro Blancos e gol. Quattro a zero finale. Uno spettacolo.