Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

La Lazio blinda la porta: arriva la portoghese Ana Catarina Silva Pereira

Il dt biancoceleste Leonardo Schiavoncini presenta il nuovo estremo difensore e parla del futuro della squadra



Image titleMercato in fermento in casa Lazio. Dopo l’arrivo della nazionale spagnola Cecilia Puga è in procinto di sbarcare a Roma un’altra nazionale, stavolta portoghese. Si tratta di Ana Catarina Silva Pereira, portiere titolare della nazionale portoghese. Classe ’92, a soli 21 anni è già l’estremo difensore di una delle nazionali più forti al mondo insieme a Brasile e Spagna. A livello di club ha già vinto tre campionati portoghesi, 6 coppe del Portogallo e 2 Supercoppe, mentre con la nazionale ha raggiunto un secondo posto ai mondiali del 2012 e la terza posizione lo scorso dicembre agli ultimi mondiali disputati in Spagna. Dal 2006 ha protetto la porta del Benfica, da settembre sarà una pedina fondamentale nello scacchiere biancoceleste.


“Era da tanto tempo che l’avevamo individuata – ha ammesso il Direttore Tecnico, Leonardo Schiavoncini. Noi vogliamo avere una riconoscibilità che vada oltre i confini italiani per far si che la Lazio diventi una realtà importante anche all’estero. Ana ci aveva fatto un’ottima impressione già al mondiale spagnolo poi grazie a Vincenzo Portelli e alla Proneo Sports Italia abbiamo deciso di puntare su uno dei portieri più forti al mondo nonostante la sua giovane età. L’idea è quella di crescere insieme, sarà uno stimolo per tutti soprattutto per la sua compagna di reparto Sara Giustiniani. Siamo la società che ha puntato di più a internazionalizzare la propria squadra senza comunque tralasciare le giocatrici italiane. A oggi abbiamo due italo-brasiliane e due ragazze comunitarie, Luciléia, Ceci e Ana fanno parte delle tre nazionali più forti del mondo, in più c’è Cely Gayardo che è sempre rimasta nel giro della propria nazionale brasiliana”.


Per quanto riguarda le ragazze italiane, invece?

“Il nostro mercato a oggi ancora non è chiuso. La rosa sarà rinforzata ma più equilibrata possibile.  Stiamo valutando alcune ragazze della nostra juniores dopo l’ottimo risultato del primo posto nel campionato italiano di categoria grazie al lavoro di Giorgio Regni che non ringrazierò mai abbastanza. E in più stiamo seguendo altre giovani italiane sia per rinforzare la prima squadra che per la juniores. E’ importante dare un seguito alle nostre ragazze anche in vista di una nazionale che non è più così utopica, per ora in casa abbiamo talenti indiscussi, nostro compito sarà farle crescere ancora di più per essere un punto di riferimento anche per la futura nazionale”.


Capitolo mister?

“Innanzitutto ci tengo a ringraziare David Calabria perché ha avuto la capacità di lasciare il segno in questo campionato vincendo tutto e raggiungendo un record che difficilmente verrà sbaragliato. Per ora stiamo valutando alcune opzioni ma senza fretta. Stiamo cercando una figura importante di personalità che sappia valorizzare le giocatrici soprattutto quelle italiane. In più l’impegno degli allenamenti mattutini non è facile da sobbarcare per nessuno, pertanto avremo bisogno di qualche giorno ancora per decidere, nessuno ci corre dietro”.


I tifosi si chiedono anche delle altre giocatrici. Come sono le situazioni di Cariani, Giandesin, Guercio, le sorelle Cary e Blanco?

“Partirei innanzitutto  dai portieri. Per quello che riguarda Sara Giustiniani siamo contenti di averla con noi perché è un portiere di valore assoluto e tra i migliori in Italia. Vorremmo parlare anche con Francesca e Silvia per sapere le loro disponibilità perché quest’anno non hanno trovato molto spazio ma sono state fondamentali per il gruppo e lo spogliatoio. Con Pamela Guercio abbiamo parlato e siamo contenti rimanga con noi. Io in particolar modo ho sempre creduto in lei e la considero una giocatrice di valore. Spero che il prossimo anno riesca a tirar fuori ancora di più la voglia e la grinta perché sono convinto che per lei sarà un anno speciale. Per quanto riguarda Nanà che dire. Siamo felicemente dispiaciuti (ride ndr). Le auguriamo un grande in bocca al lupo a lei e a Massimiliano Bellarte, sono anche queste le cose belle del futsal. Delle sorelle Cary Melissa e Brenda ancora nessuna certezza, speriamo di sentirle al più presto per valutare con loro diverse opzioni mentre per quanto riguarda Gimena Blanco ha dimostrato il suo valore assoluto nonostante la stagione travagliata. Aspettiamo da lei una risposta sul futuro, è voluta partire per prendere una decisione in tutta serenità con la sua famiglia e rimaniamo in attesa”.