Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

La Lazio di Roberto Lelli espugna il PalaCurtivecchi

La formazione biancoceleste supera 3-2 il Real State grazie alla tripletta della scatenata Lucileia



REAL STATTE - S.S. LAZIO CALCIO A 5 FEMMINILE 2 – 3 (p.t. 0 - 1) 


MARCATORI
13’28” e 25’58” Luciléia, 36’45” Martin, 19’44” Luciléia, 19’55” Ortega

REAL STATTE Margarito, Russo, Sanchez, Martin, Nicoletti, Ortega, Dalla Villa, Gallo, Mannavola, Girardi ALLENATORE Marzella (squalificato – al suo posto D’Ippolito)

S.S. LAZIO C5 FEMMINILE Menichelli, Mercuri, Lisi, Presto, Siclari, Luciléia, Violi, Brandolini, Corio, Collalti, De Angelis, Cacciola ALLENATORE Lelli 

ARBITRI Pezzuto (Lecce), Marangi (Brindisi) CRONO Buzzacchino (Taranto)  

NOTE Ammonite Corio, Mercuri, Luciléia


Image titleNon c’è che dire, il 3-2 è un risultato che alla Lazio piace, eccome. La Lazio espugna il Palacurtivecchi per 3-2 con una tripletta di Luciléia ma soprattutto con una prova maiuscola di tutte le ragazze biancocelesti. Una gara vinta sul campo con il cuore, si certo, ma anche con la tattica, per una partita preparata dallo staff di Roberto Lelli nei minimi particolari. E quindi meritata, più che mai. Anche perché, a Montemesola, erano arrivati circa quindici tifosi biancocelesti, Orgogliosi di vedere una squadra così, Orgogliosi di esserci, sempre. Perché il bianco e il celeste sono i colori del cielo, vero, ma da sempre insegnano a soffrire. E oggi, questa squadra sa soffrire “dolcemente”.

Primo gol che arrivava dopo sette minuti grazie sull’asse Siclari-Luciléia con quest’ultima che trovava la rete con il pallone insaccato alla sinistra di Margarito. Ma le grandi emozioni arrivavano nella ripresa. Lazio che infatti trovava il doppio vantaggio ancora grazie alla brasiliana che dal limite dell’area bucava per la seconda volta il portiere della Nazionale italiana. Al 7° del secondo tempo azione shock della squadra di casa con un doppio palo colto da Patri Jornet e con Brandolini lesta a liberare l’area. Occasioni ripetute per Statte e Lazio ma Cacciola riusciva a dare sicurezza a tutto il reparto difensivo. A quattro minuti dalla fine dell’incontro, Statte che schierava il portiere di movimento e che accorciava le distanze proprio con Martin da fuori area. Con il Real Statte rivolto nella metà campo biancoceleste, ecco il terzo gol laziale. Ancora con Luciléia, a porta vuota. A cinque secondi dalla fine Ortega firmava il secondo gol per la squadra pugliese e fissava il risultato sul 3-2 finale.

Lazio che oggi dopo cinque gare è ancora a punteggio pieno a quota 15 punti al primo posto in coabitazione con il Montesilvano. Domenica prossima la Lazio se la vedrà in casa con l’Olimpus per la penultima giornata del girone di andata. 

Il presidente Valerio Piersigilli a fine gara: “Un ringraziamento generale per squadra, staff, dirigenti, preparatori, tifosi perché si soffre e si gioisce allo stesso tempo. Questa squadra ha imparato a soffrire, purtroppo come il loro presidente, e per questo è diventata una squadra importante. Questo ci ha reso ancora più forti e sono sempre più felice di questo gruppo. Un ringraziamento a tutti davvero”.