Notizie
Categorie: Altri sport

La Lazio, insieme ad altre 8 società, si giocherà il titolo italiano di categoria

Capitolini nel girone con Florentia, Sori e Savona. Di Cecca: “Girone tosto, ma finali molto equilibrate"



Di Cecca a bordo vascaOtto finaliste tra cui compare anche il nome della Lazio Nuoto. Da oggi fino a venerdì 5, si disputeranno le finali nazionali Under 17 che assegneranno il titolo di categoria. Ad ospitare gli incontri sarà la piscina “Nannini” di Firenze, città scelta come sede della manifestazione. E proprio la formazione toscana sarà una delle prime avversarie dei ragazzi di Mino Di Cecca che nel girone iniziale affronteranno, oltre ai padroni di casa (mercoledì ore 19.30), anche il Sori (nel match di esordio oggi ore 20) e il Savona (mercoledì ore 12). Nell’altro girone compaiono invece i nomi di Posillipo, Recco, Bogliasco e Arechi.


Regolameto La prima formazione qualificata di ogni gruppo guadagnerà di diritto l’accesso direttamente alla semifinale, mentre le ultime dei raggruppamenti dovranno dire addio ai sogni di gloria. Seconde e terze, infine, s’incroceranno in uno spareggio che deciderà le altre due semifinaliste. Un lungo cammino, dunque, che incoronerà la società under 17 più forte d’Italia.


Mino Di Cecca Alla vigilia della partenza della squadra ecco le dichiarazioni del tecnico dell’under 17 laziale e responsabile del settore giovanile delle aquile Mino Di Cecca, reduce dagli impegni con le nazionali giovanili e dal ritiro in Croazia, dove il gruppo biancoceleste ha lavorato in vista delle finali: “E' stata una stagione lunga, non facile, ma quando si è vicini alla meta le difficoltà si dissolvono. Per prima cosa voglio ringraziare i ragazzi, qualunque sarà il loro risultato. Hanno lavorato veramente bene e con una continuità che non ho mai trovato nella mia carriera – racconta il mister - Devo a loro gran parte del mio sapere: in quattro anni mi hanno permesso di sperimentare tutto quello che ho imparato nelle competizioni internazionali, seguendomi con impegno e sacrificio. Chiaramente non siamo una squadra di altissimo livello, ma se mi fermo un attimo a pensare da dove siamo partiti e i progressi fatti, se non avessimo lavorato così, oggi saremo in vacanza”


Qual è l’obbiettivo? “Difficile dirlo in partenza. Sono delle finali molto equilibrate. Siamo capitati in un girone di qualificazione ostico. Ma ben vengano incontri così difficili per la crescita dei ragazzi. Credo che la chiave di svolta per un nostro cammino positivo possa essere la capacità di adattarci alle squadre avversarie e la convinzione. Non sempre siamo continui, quindi trovata una costanza di gioco, potremo anche fare molto bene. Purtroppo per l'ambiente romano le finali a settembre rappresentano un’ulteriore difficoltà, fortunatamente quest'anno abbiamo avuto la piscina del Salaria a disposizione per tutto il periodo e abbiamo trascorso una settimana importante a Spalato. So che non si poteva far altro e che la Federazione spinge per un miglioramento costante dei ragazzi provando ad allungare l'attività quando sono liberi dalla scuola”.


Per te è stata un’estate ricca d’impegni? "A volte ci penso, non so cosa siano le vacanze. Qualcuno potrebbe obiettare dicendomi che dovrei rinunciare a qualcosa per prendermi una pausa, ma l'esperienza che sto facendo in Nazionale non ha pari in Italia. Da domani inizia una nuova sfida, i ragazzi devono puntare a crescere. Queste esperienze sono momenti di passaggio della vita di un atleta, non la vita. Da grandi ricorderanno le vittorie e anche le sconfitte. Comunque sarà un ricordo bello. A loro dico sempre, andatevi a divertire. Se avete dato tutto voi stessi nella preparazione dell'evento, non potete avere timore di arrivare ultimi, e puntare al massimo è più facile”.

Di seguito l’elenco dei convocati: Mariani F., Scassellati P., Cannella G., Narciso A., Vitale A., Spinelli A., Ferrante M., Coco V., Ambrosini G., De Vena W., Di Giulio E., Mariani E., Acciari D.