Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

La Lazio pronta alla Final Eight, Chilelli: "Ce la metteremo tutta"

Il presidente biancoceleste entra in clima Coppa Italia: alle 15.30 il derby contro il Real Rieti



Foto © Paolo CassellaLa Lazio è giunta ieri a Pescara, dove nel pomeriggio ha effettuato il suo allenamento al Pala Giovanni Paolo II, teatro di tutte le sfide della Final Eight di Serie A, che oggi alle 15.30 la vedrà impegnata contro il Real Rieti nel match ad eliminazione diretta dei quarti di finale.

Una Lazio che arriva purtroppo in condizioni non certo ottimali a quello che viene considerato a ragione l’evento dell’anno per quanto riguarda le competizioni di club. Rosa corta come è noto quella dei bianco-celesti, falcidiata nelle ultime settimane da infortuni ed acciacchi vari che hanno reso ancora più dura la vita a mister Mannino. In ultimo, anche il forfait forzato di Tiago De Bail, restato a Roma dopo essere rimasto ferito al volto a seguito dei fatti ormai noti dello scorso week end ed ovviamente, non in grado di scendere in campo.

A margine dell’allenamento di ieri, Daniele Chilelli, in linea con il silenzio stampa “parziale” deciso per la squadra (i soli a rilasciare dichiarazioni ufficiali saranno appunto il presidente Chilelli ed in sua vece, il Direttore Sportivo Antonio Ruggeri), è intervenuto ai microfoni della Divisione Calcio a 5.

“Come detto più volte non ci saremo mai aspettati il primato al termine del girone d’andata (la Lazio è qualificata alla Final Eight come testa di serie numero 1, ndc), è arrivato e siamo contenti, ora stiamo cercando di mantenere il trand positivo che ci ha portati fino a qui.

Ci presentiamo a questa gara d’esordio purtroppo ridotti all’osso, ma ce la metteremo tutta, cercando di fare meglio possibile, anche per il nostro compagno che non può essere qui con noi”.


La Lazio giocherà i quarti di finale contro il Real Rieti:

“Ribadisco quanto detto dopo il sorteggio, sono contento di affrontare il Rieti per l’ottimo rapporto con il presidente Pietropaoli. Di certo sarà una bella partita, ci sarà molto fair play e vincerà il migliore”.


L’anno scorso la Lazio arrivò in finale, era un’altra Lazio, ma gli obiettivi saranno molto diversi?

“Penso che l’obiettivo di tutte le otto squadre sia provare ad arrivare in fondo, anche perché questa manifestazione spesso ci ha regalato finali a sorpresa. La stessa Lazio l’anno scorso arrivò in finale contro ogni pronostico, poi perse con l’Acqua e Sapone che era una signora squadra. Per noi è praticamente il primo anno ed era importante esserci per dar seguito alla tradizione della Lazio, ci giocheremo le nostre carte e vedremo come andrà”.


Lazio in corsa anche con l’Under 21, quella contro il Kaos è considerata una finale anticipata:

“Si, senza nulla togliere alle altre ma il Kaos, che era già forte di suo, ha fatto una campagna acquisti di primo livello e non è più la squadra battuta in Supercoppa, mentre noi durante il cammino qualche pezzo importante lo abbiamo perso, però ce la giocheremo al massimo, convinti dei nostri mezzi e di poter andare avanti, mentre loro vorranno anche riscattare la sconfitta di inizio anno. Peccato solo vederla alle 11 del mattino, ma il sorteggio ha voluto così e sarà comunque, di certo, una gran bella partita”.