Notizie
Categorie: Altri sport

La Lazio riscatta il ko con la Res e nel secondo derby stagionale batte la Roma 2-0

I gol che danno il successo alle aquilotte di Seleman arrivano negli ultimi 15' del match



MARCATRICI Di Paolo 30'st, Lucci 45'st aut.

ROMA Casaroli, Bischi, Lucci, Mancini, Bevilacqua, Ceccarelli, Lorè, Volpi, De Vecchis, Proietti, Vukcevic 

LAZIO Melis, Monaco, Pezzotti, Savini, Vaccari, Cutillo, Di Paolo, Lombardozzi, Coletta, Cianci, Picchi 

NOTE  Espulse Pezzotti, Vaccari (L), Mancini (R) Ammonite Monaco 


La Lazio a fine garaLa Lazio tutta grinta e cuore di mister Seleman porta a casa la stracittadina della Capitale, ponendosi un gradino più in alto rispetto alle rivali della Roma in vista della corsa al titolo.A partire meglio è però l'undici di mister Vantaggio, che ci prova subito con un colpo di testa di Lorè di poco alto. Dall'altra parte risponde Cianci con una serpentina che mette a sedere la difesa della Roma, ma sul cross dell'attaccante biancoceleste Coletta arriva appena in ritardo. Di nuovo sul cambio di fronte è Savini a spazzare via un pallone pericoloso in mezzo all'area, salvando il risultato al trentesimo. Nel complesso la Roma spinge e tenta di creare gioco, la Lazio regge bene grazie ad una linea di difesa impeccabile pur non facendosi vedere troppo dalle parti di Casaroli, almeno nella prima frazione. Cambia la musica al rientro in campo: le biancocelesti cercano con più decisione e spinta la vittoria, alzando il baricentro e lasciando spazio alle avanzate dei terzini. Pochi a centrocampo lotta su ogni pallone, Vaccari e Savini sono attentissime in retroguardia. Buono anche il lavoro di Di Paolo, brava a far respirare la squadra tenendo il pallone quando necessario. Alla mezz'ora Pezzotti riceve palla a centrocampo, supera le resistenze avversarie, si accentra e inventa l'assist perfetto per Di Paolo, che fruisce di tutta la freddezza necessaria per insaccare alle spalle di Casaroli. Vantaggio Lazio. La rabbiosa e disordinata reazione giallorossa porta ad un nulla di fatto, complice ancora l'ottima prova in fase difensiva di Savini e compagne. Nel finale la partita si accende, l'arbitro espelle Pezzotti e Vaccari, entrambe autrici di una partita fino ad allora impeccabile, e spedisce negli spogliatoi anche la giallorossa Mancini. Al novantesimo, dopo qualche sterile tentativo di Vukcevic, Corradino dalla trequarti batte un calcio da fermo che trova la testa di Lucci, sfortunata nella deviazione verso la propria porta. È tempo di festeggiamenti per le ospiti, accompagnate da una buona rappresentanza di pubblico: la squadra di Seleman ci ha creduto di più, ha voluto fortemente la vittoria e l'ha raggiunta.