Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

La Lazio vince ancora in amichevole: questa volta cade l'ambizioso Olimpus

I biancocelesti si sono imposti per 4-1 in due tempi da 20 minuti



Image titleAncora un test, ancora una vittoria per la Lazio. Nella serata di ieri, gli uomini di Mannino sono scesi in campo contro l'Olimpus ambiziosa società del girone D di Serie B. E' stata partita vera, dura, maschia, proprio quello che serviva per trovare ritmo e clima da grandi appuntamenti. Il risultato conforta la prestazione delle aquile che si sono imposte 4-1 in due tempi da 20'. Disputato anche un mini tempo supplementare da 8' in cui l'Under 21 ha allargato il parziale fino al 6-2 finale. 


La partita  La Lazio parte forte al cospetto di un avversario che intende vendere cara la pelle. La prima occasione arriva al 4' con una punizione di Paulinho larga di poco. Due minuti dopo è Osni Garcia (Olimpus) a sfiorare il vantaggio: grande azione di Montagna e Duarte salva sulla linea sull'ex Rieti. Al settimo, però, la Lazio passa: schema da calcio di punizione e Paulinho, liberato al tiro, fa 1-0. Passano centottanta secondi e Cittadini, sempre su palla inattiva, trova il gol del pareggio. L'1-1 desta l'orgoglio biancoceleste che, all'11esimo, grazie a Sanna e con la collaborazione di un caparbio Mentasti, sigla il nuovo vantaggio. È partita dura e i falli ne sono la testimonianza: l'Olimpus può battere due tiri liberi, ma in entrambi i casi Osni Garcia non prende lo specchio della porta. Al 19' grande azione di Chilelli: anticipo secco a metà campo su Cittadini, corsa lungo la fascia e conclusione di poco a lato. Ad inizio ripresa l'Olimpus ha l'immediata occasione per il pari, ma la Lazio allunga grazie al capolavoro di Duarte! L'ex Pescara scaglia in porta un siluro che si infila sotto la traversa: 3-1 per i padroni di casa e applausi scroscianti per l'ultimo arrivato in casa laziale. Prima del 4-1 di Paulinho (doppietta per lui) da annotare una grande parata di Leofreddi su Montagna. Per la cronaca, da segnalare altri 8' di gioco aggiuntivi che hanno permesso a mister Medici di testare i ragazzi dell'U21 in vista della Supercoppa da disputare contro il Kaos: il risultato si è dilatato sino al 6-2. 


Dopogara“Abbiamo disputato una gran bella gara – commenta Felipe Manfroi a margine dell'incontro -. In campo abbiamo messo tanta grinta, anche se c'è ancora da aggiustare qualcosa a livello tattico e tecnico. Le gambe sono ancora un po' imballate per il lavoro atletico svolto, ma stiamo migliorando. Già rispetto alle due gare di sabato scorso è andata meglio. L'Olimpus ci ha creato qualche grattacapo in più e questo ci ha permesso di affinare sia la fase difensiva che quella offensiva”. Passaggio poi su Duarte, alla prima uscita con la maglia biancoceleste e autore di un'ottima prova, suggellata dal gol del momentaneo 3-1: “Noi lo vediamo tutti i giorni in allenamento, non scopriamo certo ora le sue doti e le sue qualità. Dobbiamo parlare del gol? Non ce n'è bisogno, è stato un vero golazo!”.