Notizie

La Lodigiani stupisce al Varani. Biancorossi come i professionisti

I 2002 guidati da Rivetta hanno brillato nella prima edizione della kermesse internazionale, chiudendo il girone a pari punti con Porto e Juventus e venendo eliminati solamente per la differenza reti



Image title"Siamo molto soddisfatti, è la dimostrazione di come opera la nostra società. Giocare alla pari di Juventus e Porto è motivo di grande orgoglio". Parole di Angelo Pichierri, direttore sportivo della Lodigiani, al termine della prima edizione del Memorial Cristina Varani. E non potrebbe essere altrimenti, visto che la formazione guidata da Luca Rivetta ha brillato nella kermesse internazionale, chiudendo il girone a pari punti con lusitani e bianconeri e venendo eliminati solamente per la differenza reti. Un risultato favoloso, considerando anche che durante il torneo il tecnico ha utilizzato a rotazione tutti gli elementi della rosa. A partire dall'esordio, proprio contro la Juventus, dove l'undici capitolino ha giocato per lunghi tratti meglio dei bianconeri colpendo un palo con Dichio con il risultato ancora fermo sullo 0-0, prima del gol vittoria avversario arrivato con Diop a soli tre minuti dal termine. Il grande capolavoro, però, è stato il successo con il Porto per 3-2. Un risultato clamoroso arrivato dopo la goleada (7-0) contro la Lupa Roma. La doppietta di Capraro e il lampo dello stesso Dichio hanno regalato i tre punti contro i campioni portoghesi. Purtroppo non è bastato per passare il turno, nonostante la terza vittoria (4-1) sul Latina, ma questo basta per eleggere il gruppo della Borghesiana come la vera sorpresa della competizione: "Eppure non tutti hanno messo giustamente in evidenza questi dati - continua Pichierri - Su un mezzo di informazione è stato addirittura scritto che le squadre romane sono state prese a pallonate. Evidentemente non si sono accorti delle nostre prestazioni o hanno pensato che non facciamo più parte della Capitale" commenta il ds con un pizzico di ironia. Archiviato il Varani, adesso è ora di affrontare prima il Memorial Testa e poi calarsi nella dimensione del campionato Giovanissimi Fascia B Elite. Se queste sono le premesse forse Roma e Lazio, autentiche e logiche dominatrici di questa categoria nelle ultime stagioni, hanno trovato una temibile concorrente. Una cosa comunque è certa: i 2002 della Lodigiani ci faranno divertire. Questo è assicurato.