Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

La Lodigiani vince la finale ai rigori e si prende la Lorex Cup 2014

Al termine di un match combattutissimo, i biancorossi superano l'Urbetevere campione in carica e guadagnano il pass per la fase nazionale della manifestazione: Con un sogno chiamato Città Sant'Angelo



URBETEVERE – LODIGIANI 4-5 dcr 

URBETEVERE Carolis, Romaldi,Chirilenco, Capparella, Paola, Mengoni, Tumminiello (8' st Mezzetti), Santarelli (4' sts Limeli), Meloni (1' st Bartolotta), Parventi (20'st Cipriani), Zappalà (8' st Gavrila) PANCHINA Colagrossi, Ferretti ALLENATORE Lillo 

LODIGIANI Arsene, Colaneri, Palazzi, Pisanelli, Walser, (1' st Casini) Caiafa, De Carlo (1' st Pompa), Di Mascio (3' st Obleac), Lelli, Buto, Lico PANCHINA Mattia, Ambrogioni, Arezzini ALLENATORE Rivetta 

NOTE Serie rigori Obleac (L) gol;Bartolotta (U) gol; Caiafa (L) parato; Chirilenco (U) gol; Bianchi(L) gol; Capparella (U) gol; Pisanelli (L) gol; Paola (U) fuori; Buto (L) gol; Limeli (U) gol; Colaneri (L) gol; Cipriani (U) alto Ammoniti Gavrila, Pompa Angoli 2-2 Fuorigioco 4-0 Rec. 3' pt, 3' st, 0' pts 0' sts, 2' sts

Festa Lodigiani © photosportroma.itE' la Lodigiani di Rivetta a trionfare nella Lorex Cup 2014. Al termine di una finale molto equilibrata, rimasta in equilibrio anche dopo i tempi supplementari, i biancorossi la spuntano ai calci di rigore superando l'Urbetevere campione uscente e guadagnando così il diritto di difendere i colori della nostra regione a dicembre, nella fase nazionale riservata ai dilettanti che regala il pass per l'affascinante sfida di marzo a Città Sant'Angelo, al cospetto delle migliori professioniste d'Italia.

Il primo brivido lo regalano i gialloblu. Bella giocata di Santarelli che trova lo spazio per il cross dalla sinistra, la difesa ribatte come può, sulla sfera si avventa Capparella che dal limite prova il destro, di poco alto. Una dimostrazione di un miglior approccio da parte della formazione di Lillo, anche se con il passare dei minuti la Lodigiani guadagna campo, con il match che scivola via senza emozioni e sul sottile filo dell'equilibrio. Non accade praticamente nulla fino al 15', quando un contatto in area tra Di Mascio e Romaldi scatena le proteste biancorosse, con l'arbitro che lascia correre nonostante l'irregolarità sembrasse abbastanza evidente. Nel finale di frazione sono di nuovo i ragazzi di Lillo, come in avvio, a tentare di alzare il ritmo, con Santarelli che inventa ancora dopo essersi allargato sulla sinistra, ma sul traversone è bravissimo Arsene ad allontanare con i pugni. Si va così all'intervallo senza evidenti occasioni da gol e con il risultato ancora inchiodato sullo 0-0.

L'Urbetevere rende onore ai vincitori: un bellissimo gesto di fair play © photosportroma.itAd inizio ripresa Lillo inserisce Bartolotta, mentre Rivetta punta su Pompa e Casini per dare una scossa ai reparti offensivi. Nonostante i nuovi innesti il match non si sblocca, con le due squadre che continuano ad equivalersi. Così, per vedere un'azione degna di nota bisogna attendere il 9', quando Parventi ha la palla buona per inquadrare la porta, ma allarga troppo il suo sinistro calciando sul fondo. L'inerzia della gara sembra pendere dalla parte dell'Urbetevere, che alza la linea del pressing creando qualche apprensione dalle parti di Arsene, che resta tuttavia inoperoso, con la difesa brava a sventare un paio di situazioni molto delicate negli ultimi sedici metri. L'unica conclusione pulita, al 18', è quella di Mezzetti che dal limite calcia alto sopra la traversa. Negli ultimi istanti del tempo regolamentare bravissimo Caiafia a fermare Parventi da due passi, mentre sull'altro versante si rivede la Lodigiani, con un sinistro dalla distanza di Pompa che non esce di molto. In pieno recupero è Cipriani ad avere sul sinistro il match ball appena entrato, ma l'attaccante spara sul fondo da ottima posizione, consegnando di fatto la finalissima ai supplementari.

Nel primo dei due tempi addizionali da cinque minuti la Lodigiani sembra più pimpante e prova ad alzare il ritmo, ma senza riuscire a sfondare. Nel secondo è invece l'Urbetevere a tentare il forcing per evitare la lotteria dei rigori, anche se l'ultima occasione la creano i bancorossi con Lico, ma Carolis blocca in tuffo. Il gol non arriva, neanche dopo una punizione di Capparella da buona posizione che supera la barriera ma anche la traversa e la Lorex Cup 2014 si decide dal dischetto. Carolis ipnotizza Caiafa, ma Paola e Cipriani non centrano lo specchio e la festa della Lodigiani può avere inizio.