Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

La Lupa Castelli allunga ancora, Cynthia tre punti d'oro

I castellani travolgono l'Anziolavinio e sfruttano il mezzo passo falso della Viterbese per portarsi a +11; bella vittoria dei genzanesi in ottica salvezza



Lupa Castelli, la Lega Pro è dietro l'angoloGirone G. Tra le prime della classe l’unica a vincere è, guarda un po’, la capolista Lupa Castelli Romani: nel testacoda del Bruschini il team di Giorgio Galluzzo schianta con un secco tre a zero il fanalino di coda Anziolavinio grazie alle reti di Icardi, Boldrini e Kosovan. Sembra quindi assorbita la delusione per il mancato accesso alla finale di Coppa Italia, e grazie al successo ottenuto i castellani possono così allungare ulteriormente nei confronti della Viterbese, bloccata sull’1-1 dall’Astrea. Non arriva quindi la seconda vittoria per Maurizio Ianni, che dopo il 3-1 rifilato al Sora nella giornata precedente si lascia fermare a via Barellai dai ministeriali: passato in vantaggio nel primo tempo grazie al rigore trasformato da Giannone l’undici viterbese non ha saputo amministrare il match ed ha così subito la rete del pari di Di Iorio ad inizio ripresa. Ora sono ben undici i punti di distacco dalla vetta, gap che sembra veramente incolmabile visto il ruolino di marcia della prima della classe. Finisce 1-1 invece il derby tra San Cesareo e Palestrina, mentre l’Ostiamare è bloccata in casa sullo 0-0 da un buon Arzachena: nonostante un ottimo secondo tempo la squadra di mister Chiappara non è riuscita a trovare la via della rete, e manca così l’occasione di accorciare le distanze rispetto alla terza classificata. Ha un sapore diverso invece il pareggio che l’Unicusano Fondi ottiene in casa dell’Isola Liri, l’undici di Sandro Pochesci infatti in doppia inferiorità numerica e sotto di un goal riesce a trovare nei minuti finali grazie a D’Agostino la rete dell’1-1 e si porta così solo al quinto posto. Nell’anticipo di sabato vero e proprio festival del goal al Quinto Ricci dove i padroni di casa dell’Aprilia sono costretti a capitolare per 3-4 nei confronti dell’Olbia, ed i sardi in virtù dei tre punti conquistati raggiungono in classifica al sesto posto proprio la compagine di Mauro Fattori. In ottica salvezza reti bianche nello scontro in terra sarda tra Budoni e Sora, bella vittoria in rimonta invece del Cynthia che conferma il buon momento di forma: superata in casa con il punteggio di 3-1 la Nuorese di Guglielmo Bacci, la tredicesima piazza è così sempre più lontana. Infine boccata d’ossigeno per il Selargius di Karel Zeman, che grazie alla doppietta di Mannoni s’impone in casa del Terracina per 2-1. Tigrotti sempre più vicini ad una retrocessione che pare ormai quasi inevitabile.

Girone E. Nell’altro girone invece fondamentale successo del Rieti: l’undici di Beoni infatti ottiene un’importante vittoria casalinga battendo per 3-1 il San Giovanni Valdarno nell’anticipo di sabato e si porta così a sole tre lunghezze dal due di testa formato da Siena e Poggibonsi, entrambe costrette ad accontentarsi di un pari nelle loro trasferte rispettivamente a Bastia Umbra e Spoleto. Brutta sconfitta invece per la Virtus Flaminia: l’undici di Lillo Puccica cade per 4-1 sul campo del Sansepolcro che grazie a questa vittoria stacca in classifica proprio la compagine di Civita Castellana issandosi così solitario al quarto posto.