Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

La Lupa Castelli Romani di Gagliarducci piega di misura il Sora: la nostra cronaca

Nohman manda al tappeto i bianconeri e permette ai suoi di passare il turno: buon primo tempo della squadra di Castiello



La Lupa Castelli Romani non sbagliaMARCATORI Nohman 31’st 

LUPA CASTELLI ROMANI Tassi, Di Nezza Colantoni, Mancini (20’pt Massella), Galluzzo, Gordini, Boldrini (39’st Khribech), Traditi, Nohman, Icardi, Siclari (11’st Bertoldi) PANCHINA Serpietri, De Gol, Montesi A., Baylon, Mattoni, Montesi R. ALLENATORE Gagliarducci 

SORA Frasca, Olivieri (1’st Lombardo), Berardi, Blandino (16’st Barigelli), Bellucci, Barbuzzi (38’st Simoncelli), De Marco, Prata, Cardazzi, Copponi, Soudant PANCHINA De Robertis, Maccaroni, Scippa, Tancredi, Pasini ALLENATORE Castiello 

ARBITRO Cenami di Rieti 

ASSISTENTI Avellani di L’Aquila, Di Castro di Formia 

NOTE Ammoniti Boldrini, Traditi, Bertoldi, Cardazza, Soudant Angoli 11-3 Rec. 3’pt – 4’st 

La Lupa Castelli non sbaglia all’esordio stagionale in Coppa Italia e contro il Sora porta a casa la vittoria per 1-0 grazie al gol di Nohman che nella seconda frazione ha realizzato il gol decisivo che ha affondato i bianconeri. Il club del presidente Pecorelli dunque abbandona la competizione, ma tutto sommato la prova dei suoi ragazzi è stata sufficiente, specialmente nella prima frazione di gioco. I giallorossi, invece, hanno dimostrato una condizione atletica superiore e soprattutto un Nohman in più: due fattori decisivi ai fini del risultato finale. 

Primo tempo. Sotto un cielo sereno il signor Cenami di Rieti dà il via alla gara e i primi dieci minuti scorrono sotto un sostanziale equilibrio: per i padroni di casa bene Colantoni che sulla sinistra da vita a qualche buona discesa non trovando però l’assist vincente per Nohman. Di contro, i bianconeri affidano le chiavi del reparto avanzato a Soudant, giocatore molto abile nel dribbling, ma che troppo spesso si incaponisce nel saltare l’uomo (nel corso del primo tempo capiterà spesso). Per osservare la prima vera occasione gol dovremo aspettare circa quindici minuti: calcio d’angolo per i giallorossi affidato a Boldrini, palla sul secondo palo, Siclari si coordina molto bene ma il suo colpo di testa trova pronto Frasca che devia la sfera per la disperazione dell’ex giocatore del San Cesareo. Passata la paura il Sora prova a riorganizzarsi, ma a parte una punizione di De Marco (deviata con i pugni da Tassi), la squadra di Castiello non riesce ad impensierire la retroguardia giallorossa. Al minuto 34 altro buono spunto di Colantoni che cerca con una ottima palla Massella il cui colpo di testa termina di poco sul fondo. I secondi scorrono, la fine del primo tempo è ormai ad un passo, ma quando tutto sembra finito arriva una clamorosa occasione da gol per il Sora: nella propria metà campo Gordini perde un bruttissimo pallone, Soudant ne approfitta, corre palla al piede verso la porta di Tassi, ma invece di servire De Marco completamente solo, cerca di saltare l’unico difensore rimasto e l’azione sfuma incredibilmente.

La Lupa ci prova subito. La seconda frazione si apre con una grande palla gol per l’undici di Gagliarducci, ancora una volta su palla ferma: corner dalla destra sempre del solito Boldrini, questa volta è Nohman a staccare di testa ma la sua zuccata colpisce l’incrocio dei pali. Il club di Virzi è sfortunato (Frasca all’8' respingerà alla grande un tiro di Boldrini), ma il Sora non sta a guardare: al 14’ grandissimo spunto sulla sinistra di De Marco che salta secco il suo diretto marcatore, si accentra e fa partire un gran tiro a giro sul secondo palo, ma Tassi è semplicemente straordinario nel deviare in tuffo. Con la cronaca arriviamo alla mezz’ora e arriva il gol del vantaggio della Lupa Castelli. Solito corner di Boldrini, sul secondo palo, all’altezza del vertice destro, svetta Nohman che colpisce bene di testa, Frasca devia miracolosamente ma la sfera rimpalla sulla traversa e poi rimbalza oltre la linea per l’1-0. Subìto il gol, ci aspettavamo una reazione da parte del Sora, mister Castiello tenta il tutto per tutto passando alla difesa a tre, ma i bianconeri non hanno più benzina e la Lupa amministra il vantaggio fino al fischio finale dell’arbitro: i giallorossi di Gagliarducci avanzano al primo turno di Coppa Italia.