Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

La Lupa Castelli Romani stende l'Aprilia: finisce 5-2

Per la formazione di Galluzzo reti di Boldrini, Icardi, Traditi e doppietta di Siclari



11a Giornata - 16 nov 2014
5 - 2

MARCATORI 33’pt Boldrini (L), 36’pt Icardi (L), 4’st Pagliaroli (A), 8’st Traditi (L), 26’st e 33’st Siclari (L), 40’st Roversi (A).

LUPA CASTELLI ROMANI Tassi, Mazzei, Colantoni, Traditi, Gordini, Baylon, Boldrini (dal 41’st Bertoldi), Icardi, Montesi (dal 45’pt De Gol), Conti (dal 37’st Della Ventura), Siclari. PANCHINA Scarfagna, Di Nezza, Fantini, Tranchitella, Casu, Rampi. ALLENATORE Galluzzo 

APRILIA Caruso, Montella (dal 13’st Tozzi), Esposito, Cannariato, Crepaldi (dal 29’st Giangrande), Chiarucci, Cioè, Fabiani, Roversi, Pagliaroli, Toto (dal 29’st Molinari). PANCHINA Casciotti, Sossai, Maola, Schiumarini, Marchetti, Mele. ALLENATORE Fattori 

ARBITRO Zingarelli di Siena 

NOTE Ammoniti Colantoni (L), Montella, Esposito, Pagliaroli (A). Espulso al 41’pt Baylon (L) per aver colpito con la mano il pallone

Festeggia la Lupa foto © lupacastelliromani.itIl cielo sopra Rocca Priora minaccia tempesta, ma è in campo che piovono gol. Ben sette, che regalano al pubblico accorso al Montefiore per assistere all’anticipo dell’undicesima giornata un pomeriggio divertente e ricco di emozioni. Privo di Chiesa e Nohman, Galluzzo deve reinventare la squadra, ma conferma la linea difensiva che aveva ben figurato ad Ostia: Tassi tra i pali, Colantoni a sinistra, Mazzei a destra, Baylon e Gordini centrali. A centrocampo ci sono Conti e Traditi, Icardi e Boldrini sugli esterni, Montesi si muove tra le linee in appoggio a Siclari, togliendo punti di riferimento alla retroguardia avversaria.

Il primo sussulto della giornata lo regala Traditi, sul quale è bravo il portiere Caruso, mentre Montesi ci prova dalla lunga distanza raccogliendo un appoggio di Siclari, senza però inquadrare la porta. Dopo la prima mezzora, però, il risultato è ancora bloccato sullo 0-0, con la Lupa che non riesce ad abbattere il muro innalzato dall’Aprilia nella propria area di rigore. Al 33’, l’episodio che cambia le sorti della gara. Direttamente su calcio di punizione, Boldrini supera Caruso (nell’occasione apparso non impeccabile) e sigla l’1-0. Due minuti più tardi arriva il raddoppio, firmato stavolta dal giovane Icardi (al suo secondo gol stagionale), che dalla lunga distanza si inventa un gran tiro che non lascia scampo al portiere dell’Aprilia. Gli uomini di Fattori sembrano già alle corde e l’impressione è che si assisterà ad una goleada, ma al 41’ la Lupa riaccende le speranze degli avversari rimanendo in inferiorità numerica per l’espulsione del suo capitano, Baylon, che rimedia un rosso diretto per aver bloccato con un braccio il pallone impedendo all’avversario di andare in porta. Sugli sviluppi del successivo calcio di punizione, Tassi si supera e mantiene inviolata la propria porta.

In apertura di ripresa, però, l’Aprilia sembra riaprire la gara grazie al gol di Pagliaroli, ma ci pensa Traditi a rimettere immediatamente le cose in chiaro siglando il 3-1 con un bel tiro da fuori. Al 14’ Siclari mette il turbo e salta per vie centrali Esposito, ma al momento del tiro si vede anticipare dal numero 3 dell’Aprilia che gli nega la gioia del gol. Il numero 11 castellano però non si arrende e ci prova ancora di testa qualche minuto più tardi, vedendosi respingere il pallone dal portiere. È solo il preludio del gol di Siclari, che arriva puntuale al 25’ quando l’esterno ex San Cesareo sigla il 4-1 sfruttando al meglio il pallone servitogli da Colantoni. Qualche minuto più tardi è ancora Siclari ad andare in gol, concretizzando una bella azione sulla destra con uno splendido tiro che non lascia scampo a Caruso, mentre l’Aprilia sorride al 40’ quando Roversi realizza sugli sviluppi del corner il gol del definitivo 5-2, che per la Lupa significa la settima vittoria consecutiva, che le regala un’altra settimana da capolista. Mercoledì torna la Coppa Italia, con l’Astrea ospite al Montefiore per gli ottavi di finale, mentre domenica si va a Palestrina per la dodicesima giornata di campionato. Obiettivo: continuare a stupire portando avanti la mentalità del lavoro, per crescere e migliorare ancora.