Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

La Lupa Castelli torna alla vittoria contro il Sora

Dopo i due pareggi consecutivi, festeggia la formazione di Galluzzo grazie a La Cava e al rigore trasformato da Siclari



23a Giornata
2 - 0

MARCATORI La Cava 5’ st, Siclari (rig) 32’ st

LUPA CASTELLI ROMANI Tassi, Di Nezza, De Gol (34’ st Mazzei), Traditi, Gordini, Baylon, Kosovan, Chiesa (28’ st Barone), Nohman (20’ st Icardi), La Cava, Siclari. PANCHINA Serpietri, Fantini, Petta, Copponi. ALLENATORE Galluzzo

SORA Frasca, Barigelli (4’ st Lombardo), Cardazzi, Simoncelli, Maccaroni, Berardi, Cataldi (1’ st Anastasio), Cruz, Cestrone, Soudant (14’ st Pagni), Blandino. PANCHINA Pasini, De Marco, Simoncelli. ALLENATORE Castiello

ARBITRO Loprete di Catanzaro

ASSISTENTI Mariottini di Arezzo, Scacchi di Arezzo

NOTE Espulsi Kosovan (L) e Simoncelli (S) per doppia ammonizione Ammoniti Frasca, Cruz  

La Lupa Castelli Romani torna alla vittoriaDopo i due pareggi consecutivi contro Budoni e Viterbese, la Lupa torna a vincere nell’anticipo del sabato contro il Sora di Castiello e lo fa grazie alle reti di La Cava, che fa il bis dopo il gol di mercoledì scorso, e di Siclari, che chiude i conti dal dischetto. Formazione rimaneggiata quella di mister Galluzzo, che deve rinunciare agli squalificati Colantoni e Boldrini, e decide di dare un turno di riposo a Barone e Mazzei, anche in vista della semifinale di Coppa Italia che mercoledì vedrà i castellani impegnati in casa del Monopoli. Tra i pali confermato Tassi, a destra c’è Di Nezza, a sinistra De Gol, coppia centrale con Baylon e Gordini. A centrocampo si rivede Chiesa, al cui fianco c’è Traditi. Sugli esterni Siclari e Kosovan, davanti la coppia La Cava – Nohman. Anche il Sora ha qualche problema di formazione, con le assenze forzate di De Bruno, Di Stasio e Prata a cui si aggiunge anche Bellucci, fermatosi ieri durante la rifinitura. Solo panchina per l’ex De Marco, Soudant recupera in extremis e indossa la maglia numero 10. Nonostante entrambe le squadre abbiano bisogno di punti, la gara stenta a decollare e dopo un paio di spunti interessanti degli ospiti, la Lupa si fa vedere al 27’ con Siclari, che di testa sugli sviluppi di un corner trova sulla sua strada un attento Frasca. Pochi minuti più tardi è La Cava a rendersi pericoloso quando stoppa il pallone di petto e, nel tentativo di ribadirlo in rete, viene anticipato da un difensore avversario. Il Sora ci prova con Berardi, che su calcio d’angolo gira verso la porta un pallone che termina di poco fuori. Al 35’ è De Gol a farsi vedere con una bella incursione sulla sinistra, ma il suo tiro cross trova ancora una volta Frasca a dirgli di no. Al 38’ l’episodio che potrebbe rompere gli equilibri dell’incontro: Kosovan, già ammonito, stende un avversario all’altezza della bandierina nella metà campo sorana, rimedia il secondo cartellino giallo ed è costretto ad abbandonare anzitempo il campo. Il Sora prende coraggio e si propone dalle parti di Tassi con una bella azione personale di Cruz, sul quale però il portiere di casa è attento. Nella ripresa, nonostante l’inferiorità numerica la Lupa dimostra di voler alzare i ritmi. In apertura, Siclari mette il turbo e sale sulla destra mettendo in mezzo un bel pallone sul quale Nohman non arriva di un soffio. Al 5’ arriva il vantaggio dei padroni di casa: a siglarlo è La Cava, che gira verso la porta e, complice la deviazione del nuovo entrato Lombardo, sigla l’1-0. La Lupa è ormai padrona del campo e il Sora non sembra riuscire a reagire, complice l’infortunio di Soudant costretto a chiedere il cambio per un problema fisico. Il raddoppio dei castellani arriva poco dopo la mezzora: De Gol si invola sulla sinistra ed entra in area, seminando il panico nella difesa avversaria e costringendo Frasca all’uscita disperata sui piedi del giocatore. L’arbitro non ha dubbi: è calcio di rigore, e cartellino giallo per l’estremo difensore bianconero. Dal dischetto, vista l’uscita di Nohman, si presenta Siclari, che lascia partire un bolide che prima colpisce la traversa e poi finisce dritto in rete. Il risultato non cambia più, e la Lupa si porta a quota 56 punti nell’attesa di sapere il risultato della Viterbese, impegnata domani contro la Cynthia.